San Diego Comic-con 2014, buone nuove dal Vertigo Defy Panel

Il San Diego Comic-con 2014 sta scaldando i motori e ieri, alle 18:00 ora americana (le 02:00 da noi), la Vertigo ha invitato tutti al suo Vertigo Defy Panel 2014!

Accolti da un team di editori, autori ed artisti formato da Mark Buckingham, Tula Lotay, Shelly Bond, Lee Bermejo, Scott Snyder, Simon Oliver, Mark Doyle e Will Benis, i visitatori del San Diego Comic-con 2014 che hanno scelto di presentarsi a questo Vertigo Defy Panel hanno assistito a una conferenza molto particolare, dove alcuni dei punti fermi della casa editrice sono stati finalmente fissati. A farla da padrona è ovviamente Scott Snyder che, dopo un lungo periodo d'assenza in quel della Vertigo, torna alla sussidiaria della DC Comics con un nuovo ciclo di avventure del suo American Vampire. Sempre coadiuvato dall'amico disegnatore Rafael Albuquerque (che non ha potuto partecipare al Panel), Snyder ha dichiarato che la prima parte di American Vampire si può dire conclusa e che ora, a distanza di tempo, è giunto il momento che le parti in causa (vampiri, licantropi, demoni e umani) entrino finalmente in conflitto! Sempre convinto di voler continuare ad esplorare la storia americana in chiave vampiresca, Snyder snocciola qui alcune indiscrezioni su questo nuovo ciclo che, a quanto pare, sarà formato da sei uscite. E mentre continuerà a narrare la sua personalissima rivisitazione degli eventi storici degli Stati Uniti d'America, Snyder troverà il tempo di far andare i vampiri nello spazio...letteralmente! Una cosa fantastica che, se formulata bene, potrebbe dare ad American Vampire quel rilancio che tutti aspettavamo da tempo!

Vertigo al SDCC 2014: Fables, novità e vecchi merletti

Dopo aver annunciato l'uscita di The Wake #10 e dell'hardcover book dedicato al fumetto (il tutto previsto entro novembre 2014), Scott Snyder passa la parola a Shelly Bond, che inizia ad illustrare quel che sarà l'ultimo ciclo di Fables. Interpellato Mark Buckingham, questo chiede alla platea di fare molta attenzione a quelli che saranno gli sviluppi degli intrecci tra Bianca Neve e Bigby e tra la stessa Bianca Neve e sua sorella Rose. Intrecci che potrebbero cambiare le sorti dell'intero fumetto e che, stando a quello che dovrebbero scoprire le due sorelle, dovrebbe portare parecchio scompiglio proprio nel finale della lunga serializzazione di questo bellissimo fumetto. Buckingam e Bond parlano anche di Fairest e di Dead Boy Detectives che, come sappiamo da tempo, sono i fumetti che il buon Mark disegnerà contemporaneamente al finale di Fables. Terminato anche il capitolo dedicato a FBP/Collider, Will Benis introduce la prima novità che la Vertigo pubblicherà da ottobre 2014: The Names. Annunciato ufficialmente a giugno 2014, The Names è un fumetto scritto da Peter Milligan e disegnato da Leandro Fernandez dove, stando alla prima sinossi, assisteremo alla vita della vedova di Kevin Walker, un trader morto suicida nella caotica e tentacolare New York City. A tutti sembra intrigare l'idea di un giallo/thriller ambientato nel mondo della finanza e, tra una battuta e l'altra, i panelist affermano di non vedere l'ora di scoprire le vere intenzioni della vedova Walker che, come avete intuito, non riesce a credere che suo marito si sia suicidato...ed è quindi armata di un sano, distruttivo, spirito di vendetta!

Annunciato anche The Kitchen, fumetto ambientato nella Hell's Kitchen degli anni settanta che, com'era logico aspettarsi, sarà un noir/thriller con tanti gangster e tantissime sparatorie ed intrighi. Scritto dall'esordiente Olly Masters, The Kitchen sarà uno dei fumetti più "hard-boiled" della Vertigo che, stando alle parole di Benis, ha investito molto in questo nuovo progetto editoriale. È ora il turno di Bodies, fumetto sci-fi dalla trama particolarmente cruenta scritto dal bravo Si Spencer: ambientato in periodi storici diversi tra loro, Bodies narra delle avventure di un serial killer che uccide le persone viaggiando nel tempo e la cosa, almeno per il momento, sembra essere davvero molto interessante. Spencer è uno che ci sa fare con queste cose, quindi spero vivamente che Bodies possa essere il buon fumetto che i panelist hanno annunciato!

E chiudiamo con Suiciders, fumetto che Lee Bermejo aveva annunciato al San Diego Comic-con del 2013 e che, ancora oggi, l'autore non ha ancora pubblicato. Stavolta, invece di annunciare la data precisa del rilascio, Bermejo e i panelist hanno preferito sorvolare, evitando così che i fans (a cui l'autore aveva promesso l'uscita del fumetto per dicembre del 2013) potessero illudersi. Peccato che Bermejo ci stia mettendo così tanto a scrivere e disegnare questo Suiciders che, se l'autore/artista americano avesse voluto sviluppare insieme ad un'altra persona, sarebbe già nelle fumetterie americane da un pezzo.

via | Bleeding Cool

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.