Robin Williams, l'attore ricordato da retailers e autori di fumetti americani

Il mondo piange da giorni la scomparsa di Robin Williams, attore capace di interpretare qualsiasi ruolo e che, a causa della depressione, si è tolto la vita nella sua villa di Tiburon, in California.

Tutti si sono soffermati (giustamente) sulla carriera dell'attore americano che, grazie a film come L'Attimo Fuggente di Peter Weir, Good Morning, Vietnam di Barry Levinson e Will Hunting - Genio ribelle di Gus Van Sant (che gli valse anche un Oscar come attore non protagonista), ha dimostrato al mondo intero la sua caratura come interprete di ruoli drammatici ma allo stesso tempo carichi di passione e intensità. Ma Robin Williams, oltre ad essere un attore multiuso (la sua comicità era davvero travolgente), è stato un appassionato lettore di fumetti tanto che, quando la notizia della sua morte ha iniziato a diffondersi, retailers e autori di fumetti americani si sono sentiti in dovere di ricordare quanto Williams amasse i comics e quali sono state le sue letture preferite. Scopriamo qui un lato davvero inedito di Williams che, e vale la pena di ricordarlo, è stato il volto "umano" di Braccio di Ferro in Popeye, film del 1980 diretto da Robert Altman. Ma quali fumetti leggeva Williams?

Robin Williams: da Transmetropolitan a...DMZ!

CBS This Morning

Uno dei primi contributi (ed anche quello tra i più autorevoli) circa i gusti fumettistici di Robin Williams proviene da Warren Ellis che, in un tweet pubblicato a qualche ora di distanza dalla morte dell'attore, dichiara d'aver ricevuto parecchie email dai vari retailers americani che hanno venduto al buon Robin alcune copie di Transmetropolitan, fumetto che l'autore ha serializzato per la Vertigo dal 1997 al 2002.

Sfruttando l'onda emotiva causata dalla perdita di un personaggio del calibro di Williams, Joe Hughes di Comics Alliance ha dichiarato d'aver venduto all'attore americano tutta la run di Sandman di Neil Gaiman quando, tempo addietro, il proprietario del sito americano lavorava in uno dei tanti comic book stores sparsi per gli USA. Hughes dichiara che Williams era un lettore molto attento e, oltre ad essere cortese e gentile, questo si dimostrava anche un frequentatore abbastanza assiduo e appassionato. Ma non si vive di soli Sandman e Transmetropolitan e, come sapete meglio di me, quando inizi a leggere fumetti...beh, cerchi sempre di trovare altri fumetti da leggere!

In un'intervista del 2010, Williams confidò ai ragazzi di USA Today che era rimasto folgorato da DMZ di Brian Wood e Riccardo Burchielli, fumetto della Vertigo che parlava di una zona demilitarizzata all'interno di una New York divisa da una nuova guerra civile americana. Scopriamo inoltre che Williams ha letto con interesse anche Tekkoninkreet di Taiy? Matsumoto, manga serializzato sulla rivista Big Comic Spirits della Shogakukan nel lontano 1983. Williams era quindi un lettore smaliziato e dalla mentalità decisamente aperta, e la cosa non può che farmi davvero piacere.

Tantissime sono state le testimonianze delle varie "incursioni" di Robin Williams nelle varie fumetterie americane dove, oltre che ai fumetti, scopriamo che all'attore piacevano anche alcune action figures prese dai vari prodotti dell'animazione giapponese e americana. E leggendo come i retailers ricordavano le loro esperienze con Williams, mi sembra quasi di rivedere me stesso quando entro in una fumetteria: un ragazzo che ama i fumetti e che vuole leggere nuove storie di cui innamorarsi...questo era il Robin Williams che non conoscevamo e, saperlo così vispo ed appassionato, mi fa pensare che forse tutti noi dovremmo essere un po' più tristi per la scomparsa di un uomo di questo calibro.

Per ricordarci degnamente di Robin Williams ho pensato di postare un video tratto da Popeye The Sailor Man, film dove l'attore americano ha interpretato il mitico Braccio di Ferro. Sono sicuro che, per noi amanti dei fumetti, un video migliore per ricordare Williams non esiste...

via | Comics Alliance

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.