Neon Genesis Evangelion: Death & Rebirth, Arina Tanemura disegna gli sketch di Rei e Asuka

Ispirata dal film di animazione Neon Genesis Evangelion: Death & Rebirth ecco che la mangaka Arina Tanemura ha disegnato gli sketch di Rei e Asuka.

NTV Roadshow sta chiudendo la programmazione estiva mandando in onda una serie di film dedicati a Evangelion. Si comincerà il 18 agosto con una versione particolare di del film d'animazione Neon Genesis Evangelion: Death & Rebirth, seguito poi da End of Evangelion il 25 agosto e una speciale proiezione del terzo Rebuild of Evangelion in coppia con il cortometraggio in live-action Giant God Warrior Appears in Tokyo il 5 settembre.

Tutto questo enorme preambolo per dire che la mangaka Arina Tanemura, nota per le serie Jeanne la ladra del vento divino, Fullmoon - Canto d'amore, The Gentlemen's Alliance Cross - L'accademia dei misteri, I.O.N, Squadra speciale Mistress Fortune, La spada incantata di Sakura e Time Stranger Kioko è stata proprio ispirata da Neon Genesis Evangelion: Death & Rebirth e ha deciso di realizzare due sketch dedicati a Rei e Asuka. Le due protagoniste femminili di Evangelion sono state riprodotte con l'inconfondibile stile di Arina Tanemura, i suoi personaggi sono assolutamente riconoscibili... se fossi maligna direi intercambiabili, sia i protagonisti maschili che quelli femminili tendono a essere un po' troppo somiglianti. Che ne dite di questa Rei e di questa Asuka in versione Arina Tanemura? Arina Tanemura omaggia così altre opere: vi ricordate la sua personale versione di Sailor Moon?

Storia di Neon Genesis Evangelion: Death & Rebirth


Evangelion Arina Tanemura

Neon Genesis Evangelion: Death and Rebirth è il primo di due film d'animazione che riprendono da capo e terminano la storia dell'anime televisivo di Neon Genesis Evangelion. Si suddivide in due parti, Death e Rebirth: la prima è un riassuntone delle puntate 1-24 dell'anime originale, mentre la seconda è in realtà l'inizio del film sequel Neon Genesis Evangelion: The End of Evangelion. Il film è stato portato in Italia prima da Panini Video e poi con un nuovo doppiaggio da Dynit, lo trovate in Neon Genesis Evangelion: The Feature Film.

Se vi state chiedendo il perché della nascita di questi film, ebbene, quando all'epoca finì la serie di animazione di Neon Genesis Evangelion la maggior parte degli spettatori non solo non aveva capito un'acca di quello che era successo, ma era anche scocciata da come il tutto era stato fatto finire, molte storyline erano cadute nel dimenticatoio e quindi gli spettatori volevano di più. in realtà il regista Hideaki Anno era soddisfatto della sua opera, gli spettatori un po' meno. Poi considerate che lo Studio Gainax all'epoca non aveva tanti soldi e il gioco è fatto. Così Hideaki Anno cedette alle pressioni e cominciò a lavorare ad un film che avrebbe spiegato meglio il finale della serie, solo che la cosa andò oltre, il materiale era tanto e si decise non solo di proporre il film nei cinema e non in televisione come originariamente progettato, ma di suddividerlo in due parti.

Via e Foto | Crunchyroll

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.