Dylan Dog n. 337 - Spazio Profondo la recensione in anteprima di Stefano Vietti

Stefano Vietti è tra i primi fortunati ad aver letto il Dylan Dog n. 337 Spazio Profondo, il primo albo della Seconda Fase di rilancio della testata curata da Roberto Recchioni. Vi sveliamo quali sono state le sue impressioni!

La Fase 2 del progetto di rinascita di Dylan Dog è quasi iniziata. Il primo step importante della "cura Recchioni" sarà l'albo Dylan Dog n.337, scritto dallo stesso Roberto Recchioni e disegnato da Nicola Mari, con colori di Lorenzo De Felici e copertina di Angelo Stano. L'albo sarà rilasciato dalla Sergio Bonelli Editore a partire dal 27 settembre 2014, ma c'è qualcuno che ha avuto già l'onore ed il piacere di leggerlo.

Stefano Vietti, noto sceneggiatore Bonelli (Nathan Never, Dragonero), ha confessato su Facebook di aver ricevuto dal curatore di Dylan Dog una mail vuota, con all'interno un prezioso allegato: il pdf del Dylan Dog n.337. Ha aperto il pdf con tanta "ansia" (stava aspettando quest'albo da tempo, sin da quando ha saputo dell'ingaggio di Recchioni nel ruolo di curatore, ndr.), l'ha letto ed ha mandato la sua risposta al mittente!

La sua risposta l'ha pubblicata su Facebook e possiamo considerarla, senza alcun dubbio, la prima recensione di Dylan Dog n. 337 - Spazio Profondo. Poche parole le sue, ma chiarissime, utili a capire il valore del fumetto che cambierà la storia di un'istituzione del fumetto italiano!

Prima di andare oltre, vi consigliamo di tenere d'occhio le librerie di varia, dove presto sarà pubblicato il romanzo di Dragonero, scritto proprio da Stefano Vietti.

Vietti giudica il primo Dylan Dog della Fase 2

vietti dylan dog

Riassumendo le sue considerazioni, possiamo dire che Vietti ha reputato questo nuovo Dylan Dog un gran lavoro. Ha fatto sapere che i disegni sono bellissimi, la storia è ottima ed è piena di sottigliezze narrative (la sua speranza è che vengano colte dai lettori, ndr).

Questo il passaggio più interessante della sua breve recensione:

"Questo è il Dylan che mi piace, con un finale a finestra sull'Inferno che sta arrivando... ovvero... le nuove storie. Mi sembra una promessa per il lettore, assolutamente da mantenere."

Il suo giudizio è veramente positivo, talmente positivo da aver espresso un desiderio parallelo: vorrebbe scrivere una storia su Dylan Dog. Per sapere se Vietti avrà il piacere di entrare nel team degli sceneggiatori dell'Indagatore dell'Incubo dobbiamo aspettare la risposta del boss Roberto Recchioni...

Foto Vietti | da Wikipedia

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.