Kepher, rivelato un prototipo di action doll basato sul fumetto di Roberto Cardinale e Stefano Nocilli

Il mastodontico graphic novel Kepher, scritto da Roberto Cardinale e Stefano Nocilli, arriverà presto in fumetteria grazie all'editore Allagalla. Dopo la presentazione del merchandising legato al progetto, ecco spuntare un prototipo di action doll basato sul protagonista!

Si avvicina sempre più il momento di scoprire il graphic novel Kepher nella sua interezza. Il mastodontico volume sarà pubblicato da Allagalla (è già disponibile il numero zero) e conterrà l'epopea a fumetti del personaggio ideato da Roberto Cardinale e Stefano Nocilli. Kepher è un generale dell'esercito Egiziano e la sua storia è ambientata nel Medio Regno 7045. Non è un uomo qualsiasi, ma è un'arma vivente di nuova generazione.

Finalmente questo eroe fantastico ha un volto reale, poiché è stato rivelato un prototipo di action doll che lo rappresenta dignitosamente. Quest'opera, che vi presentiamo in un'apposita gallery fotografica, si aggiunge all'abbondante merchandising prodotto da Andrea Climinti - composto dalle t-shirt, da mug, dai pannelli art wall, tazze da latte - di cui vi abbiamo parlato già abbondantemente.

Cliccate qui per visualizzate la nostra ricca gallery sui prodotti basati sull'universo di Kepher.

Questo prototipo di action doll ci è stato presentato dall'artista Roberto Cardinale, il quale ha risposto ai nostri quesiti in merito a quest'idea che piacerà molto ai collezionisti ed ai fan del fumetto. Inoltre, Roberto ha parlato del suo personaggio, spiegandoci nei dettagli quali sono le sue caratteristiche principali!

Comicsblog: A chi è venuto in mente di produrre l'action doll di Kepher, a chi si rivolge, su quale circuito finirà?

Roberto Cardinale: Non è stata prodotta, esiste solo questo prototipo. L'idea è venuta a me e a Piacentini. Stiamo pensando a come produrla e in quali punti venderla. Il circuito dovrebbe essere “in linea di massima” le librerie specializzate di fumetti. La serializzazione e la nascita della "action doll" di Kepher, nel momento in cui si farà, avverrà con delle ditte asiatiche.

Chi è Kepher secondo Cardinale

kepher

Comicsblog: Quali sono le caratteristiche principali del protagonista di Kepher?

Roberto Cardinale: "Kepher" è un generale, in realtà "Selek Edar", l'uomo prima della nemesi, è un generale dell'esercito egiziano. Kepher vive la sua nuova condizione in modo molto problematico e contraddittorio. Il concetto in Kepher di “super uomo” si avvicina molto al concetto “"nietzschiano": “Übermensch” (Oltre Uomo), dove, ai moralismi indotti da una società falsa, e corrotta, il “super uomo” si pone con una propria identità e dei propri valori in contraddizione con la morale corrente. Per poter essere “super uomo” si devono porre le condizioni che rappresentino tale superiorità e tale magnificenza. Kepher come “uomo –macchina” rimane sempre in bilico in questo abisso, a causa di questa sua condizione di “non capibilità" da parte dei suoi ormai ex-simili.

Comicsblog: quale è il ruolo delle divinità in Kepher e che influenza hanno sul protagonista?

Il punto di vista di Kepher è quello di un uomo che deve sempre attualizzare la propria prospettiva modificandola in base alla sua pulsione, in continuo divenire. Un rinnovamento che trova la sua ragione di essere nella sua volontà medesima di “auto giustificazione”. Creatività e desiderio, in una pulsione di infinito rinnovamento. Come a volere negare un punto di vista per non fermarsi in questo processo di continua ricerca. “Conoscere e disconoscere”! Il paradosso nei racconti di Kepher è che, pur parlando di divinità, in realtà Kepher è “ateo”. E non esistendo la figura di Dio è l’esistenza medesima che dà senso alla vita. L’uomo “artefice di ogni azione”. Kepher è un super–uomo che ama l’esistenza nelle sue forme, ma cerca nel medesimo tempo di superarla... di trascenderla. Un anima profonda, ricolma di ferite.

Video in appendice: lo sapevate che la storia di Kepher è in qualche modo legata allo scarabeo, simbolo sacro nell'Antico Egitto?


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.