Ane Log, video di 5 minuti per l'OVA in uscita

In arrivo l'OVA di Ane Log, che ci viene anticipato da un video di ben 5 minuti!

Insieme al quinto volumetto dell'opera Ane Log, uscirà anche l'OVA di cui vediamo i primi 5 minuti abbondanti. C'è poco da commentare: la signorina e protagonista femminile è semplicemente una folle totale. Ma prima di azzardare qualche commento partiamo dai dati tecnici.

Tetsuo Ichimura dirige l'OVA per lo studio Brains Base, testi di Natsuko Takahashi (Romeo × Juliet, Bleach), mentre Eriko It? (Hamatora) si occupa del characters design. Il cartaceo ha già ispirato un drama CD e 6 Flash anime shorts. Opera originale di Kenji Taguchi, pubblicata dal 2012 sulla rivista Shounen Sunday della casa editrice Shogakukan, in cinque volumetti e in corso.

Ecco, in breve, la trama:

Ane Log

la storia ruota intorno a Moyako Konoe, una bella giovane e sana fanciulla, e al fratello più giovane Akira, tranquillo ragazzino assolutamente nella norma. Quando erano bambini, Akira si propose a Moyako: è la classica richiesta di matrimonio che s fa tra bimbi. Ovviamente Moyako decise immediatamente che il fratellino fosse un totale pervertito che si era innamorato della sorella più grande, arrivando ad essere ossessionato da lei. Tale pensiero, persiste ancora nel presente!

Adesso che i due sono diventati degli adolescenti, Moyako si convince che deve in qualche modo distrarre il fratello: pensa in primis di comunicargli di essere già impegnata, poi pensa a come trovare a lui una fidanzata ma, ad essere onesti, sembra che la perversione sia presente interamente nella fervida immaginazione di Moyako. Il ragazzo, in realtà, non pensa proprio più alla sorella ma Moyako riesce a trasformare nella sua mente ogni situazione innocente in una perversa.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.