Lucifer, la Fox realizzerà un serial basato sulle vicende del fumetto della Vertigo!

Uno dei personaggi più interessanti che Neil Gaiman ha rielaborato per la DC Comics sulle pagine di The Sandman è stato sicuramente Lucifer (o Lucifero), l'angelo decaduto che diventò poi protagonista di uno spin-off tutto suo...

E visto che le serie più adulte che la DC Comics pubblica sotto l'etichetta della Vertigo sembrano piacere molto ai produttori televisivi americani (la NBC si sta preparando al lancio di Constantine che, ricordiamo, sarà in onda dal 24 ottobre 2014), la Fox approfitta dell'occasione per acquistare i diritti di sfruttamento del personaggio di Lucifer, il sovrano "annoiato" del regno degli inferi di Neil Gaiman! Val bene ricordare che Lucifer, rimodellato da Gaiman per essere un personaggio chiave di The Sandman, è stato così apprezzato dai lettori della testata ideata dall'autore britannico che, dal 2000 fino al 2006, la Vertigo ha pubblicato una solo-series interamente dedicata alle avventure terrene di questa entità...ultraterrena! La serie fu scritta da Mike Carey che, insieme al contributo di artisti quali Peter Gross, Ryan Kelly, Dean Ormston e P. Craig Russell, riuscì a realizzare un totale di ben 75 albi (miniserie escluse). Ed è proprio grazie al contributo essenziale di Carey che la Fox si è invaghita del personaggio e, stando alle indiscrezioni trapelate in merito alla serie, pare proprio che il network americano abbia già dato il via alla fase di pre-produzione del pilot che, come abbiamo capito dalle esperienze avute con il resto dei serial dedicati ai nostri fumetti preferiti, è il primo passo verso la realizzazione della serie stessa. Tom Kapinos, creatore della serie tv Californication, sarà qui lo screenwriter e produttore esecutivo dello show di cui, al momento, sappiamo davvero ben poco. Ma sappiamo molto bene chi è Lucifer e come potrebbe essere la serie visto che, come ho detto, gran parte del materiale potrebbe essere preso dallo spin-off scritto da Carey nel decennio scorso...

Lucifer: un David Bowie annoiato

Lucifer-Vertigo-Comics-Serie-TV-Fox-DC-Comics

Quando Neil Gaiman decise di introdurre Lucifer in Sandman, l'autore britannico chiese al disegnatore Sam Kieth (co-creatore della serie) di modellare il personaggio secondo le fattezze di David Bowie e la scelta, come si è visto in seguito, si è rivelata azzeccatissima per il successo di questo ambiguo Signore degli Inferi. Si perché, rispetto alla caratterizzazione canonica del personaggio di Lucifero, l'angelo decaduto di Gaiman e Kieth è un personaggio decisamente fuori dagli schemi: perennemente annoiato, Lucifero è stanco di come gli esseri umani giudicano il suo operato che, nel fumetto, equivale a qualcosa come 10 miliardi di anni di duro lavoro! Punito da Dio per i suoi tre secondi di ribellione, Lucifero decide di abbandonare la posizione di Signore degli Inferi perché stanco delle voci che lo vedono come manipolatore delle coscienze degli uomini in quanto, come si è scoperto (o meglio, com'è stato approfondito) dalla serie scritta da Mike Carey, egli crede fermamente nel libero arbitrio. Lucifero odia la "tirannia della predestinazione" che Dio, grazie anche all'aiuto dei suoi angeli, impone sul genere umano come una specie di filosofia morale dal quale nessuno può sfuggire e qui, dopo aver abbandonato il suo trono, l'angelo caduto compie una scelta decisamente bizzarra: apre un bar a Los Angeles!

Diventato proprietario del Lux (piano Bar che Lucifer gestisce insieme a Mazikeen, una delle discendenti di Lilith), il personaggio cerca qui di vivere secondo il suo volere, rifiutando qui la predestinazione a cui Dio l'aveva confinato (con l'inganno) nel periodo immediatamente successivo alla sua ribellione. Qui Lucifer avrà diversi scontri con Amenadiel, un angelo che disprezza l'ex Signore degli Inferi con tutte le sue forze diventando l'antagonista principale della serie scritta da Mike Carey. Successivamente, anche grazie ad un serie di eventi davvero allucinanti, Lucifer riuscirà a viaggiare fuori dal creato insieme ad Elaine Belloc (uno dei personaggi principali del fumetto), trascendendo qui ad una forma decisamente troppo intrigante per essere raccontata a parole!

Spero davvero che la Fox mantenga i suoi piani perché, se le intenzioni davvero quelle di portare Lucifer sul piccolo schermo, potremmo avere qui un prodotto davvero diverso rispetto ai soliti formati televisivi. Certo, alcuni di voi potranno aver notato dei punti in comune con serie quali Supernatural o lo stesso Constantine, ma Lucifer è sicuramente un prodotto forte e dall'appeal decisamente più "mistico". E visto che ci siamo, condividiamo qui una intervista a Mike Carey realizzata da Fantastic Forum dove, tra le altre cose, il fumettista americano parla dei suoi tanti progetti e della sua lunghissima quanto importante carriera.

via | Comic Book Resources

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.