Dylan Dog, Giacomo Keison Bevilacqua lavorerà sulla testata bonelliana!

Il buon Giacomo "Keison" Bevilacqua, autore di A Panda Piace e di Metamorphosis (di cui aspettiamo ancora un seguito), ci informa di una cosa molto interessante che riguarda lui e quel Dylan Dog di cui abbiamo parlato in questi giorni...

Usando una delle sue classiche storie a fumetti, l'autore/disegnatore ci avvisa che presto inizierà a collaborare con la Sergio Bonelli Editore sulla testata dedicata a Dylan Dog anche se, per mantenere un po' di suspense, Giacomo "Keison" Bevilacqua non rivela né se sarà lui a scrivere e disegnare la storia e né su quale delle testate dedicate all'Indagatore dell'Incubo lo vedremo in azione. Visto e considerato che Bevilacqua è anche bravissimo a colorare, suppongo che l'autore potrebbe avere il suo spazio all'interno di uno dei prossimi Color Fest, testata che raccoglie le firme di autori ed artisti che sono spesso fuori dalle logiche editoriali della Segio Bonelli Editore. E credo che quello sia proprio l'ambiente ideale per Giacomo che, dopo averci mostrato quanto è bravo a scrivere e disegnare una storia (Metamorphosis è ancora lì a testimoniarcelo), qui potrebbe osare di più arrivando anche a colorarsi da sé le pagine del contributo alla causa "dylandoghiana" che andrà presto a realizzare. Ma a questo punto la domanda è più che lecita: cosa può fare Giacomo "Keison" Bevilacqua con un personaggio come Dylan Dog?

Giacomo "Keison" Bevilaqua: un autore "maturo"...ma non troppo!

Giacomo-Bevilacqua-Dylan-Dog-2014

Tutti noi abbiamo letto sicuramente una delle strip di A Panda Piace, serie di vignette con protagonista un panda (che ormai è diventato anche l'alter-ego di Giacomo) che l'autore romano ha creato quasi per caso nel 2008. Successivamente, raggiunta una certa notorietà, Giacomo "Keison" Bevilacqua è riuscito a pubblicare Metamorphosis, miniserie di tre albi che la Editoriale Aura ha serializzato per il mercato da edicola da novembre 2012 fino a gennaio del 2013. Ed è proprio dal passaggio tra A Panda Piace e Metamorphosis che il mondo del fumetto italiano ha iniziato a capire che Giacomo, a cui non sono mancate di sicuro le collaborazioni (Detective Dante e John Doe su tutte), ha un grandissimo potenziale ancora inespresso che deve sicuramente emergere, in un modo o nell'altro. E siccome Roberto Recchioni conosce molto bene Giacomo (i due collaborano dal lontano 2003), l'idea di affidare all'autore/disegnatore una storia di Dylan Dog dev'essere stata una scelta più che naturale per il nuovo curatore della testata bonelliana. Ma come ho detto, resta ora da capire come sarà la storia che Giacomo pubblicherà e su quale delle vecchie/nuove testate di Dylan Dog sarà inserito questo contributo.

Io rimango assolutamente convinto della bontà del discorso precedente: Giacomo ha le potenzialità necessarie per scrivere e disegnare una storia tutta da solo e, come ho detto, è anche abbastanza bravo da potersela colorare da sé! Certo, sarebbe bello vederlo anche sulla testata principale di Dylan Dog, ma credo che lì il nostro sarebbe limitato alle vesti di puro disegnatore anche perché, pur avendo esempi di artisti in grado di scrivere da soli delle storie fantastiche, entrare subito nelle logiche di un fumetto come quello dell'Indagatore dell'Incubo richiede tempo e fatica. Ma se Giacomo riuscirà a lavorare su un numero della testata madre di Dylan Dog tutto da solo, beh...sarò sicuramente uno di quelli che si sveglierà alle sette per correre in edicola ad acquistare l'albo in questione!

Con la speranza che Giacomo voglia rivelarci qualcosa di più circa questo nuovo progetto editoriale, vi posto nuovamente lo splendido omaggio di A Panda Piace che Sio ha realizzato non molto tempo fa!

via | Pandalikes.com

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.