Tecniche e segreti di lavoro di Ned e Jacovitti

Jacovitti

Come svolgeva il suo lavoro il grande Jacovitti?

Il suo collaboratore Ned ha preparato una serie di articoli per svelare ai fan tanti segreti del maestro. Il tutto è svelato all'interno del blog di Ned, il quale ha cercato "di descrivervi le tecniche e i segreti di quello che a tutti gli effetti era un lavoro di squadra". Vi consiglio di leggere con attenzione tutto il pezzo, soprattutto se siete giovani artisti che vogliono trasformarsi in fumettisti professionisti.

Ecco un passo importante: "Jacovitti non era solito usare matita e disegnava direttamente con il pennino (usava i Perry inglesi). Ma ultimamente la vista non lo accompagnava granché, quindi Franco abbozzava le figure a grandi linee con una matita morbida per delineare gli spazi, intingeva il pennino nell'inchiostro (usava il Pelikan) e realizzava l'illustrazione con un tratto sottilissimo simile a quello di una micromina.
Una volta finito, mi passava il disegno, pronto per l'eventuale rifinitura (onomatopee, linee di movimento, vermi e salami da aggiungere) e soprattutto per il ripasso con il suo tipico tratto multilinea. Io inchiostravo il tutto usando un rapidograph Rotring 02 (a volte lo ricaricavo con inchiostro di china e non chiedetemi come ma funzionava) e lo riportavo al maestro che, armato di pennello e inchiostro di china nero diluito con acqua, dava la mezzatinta per delineare le ombre.
"

Cliccate qui per leggere l'articolo integrale, dove conoscerete il sistema basato sui numeri utilizzato da Jacovitti e potrete ammirare numerose illustrazioni utilizzate come esempi per farvi apprezzare il duro lavoro di squadra in ogni singola fase creativa. Ricordiamo, inoltre, che Ned è l’autore di Ci Vediamo Domani (Edizioni BD). Per cinque anni (dal 1992 al 1997) ha collaborato con il maestro Jacovitti, inchiostrando tutti i suoi disegni e realizzando l’albo Coccobill, edito da Sergio Bonelli Editore.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: