Orfani: Ringo n.2 - Nulla per nulla, la recensione del fumetto di Uzzeo, Recchioni e Maresca

La serie a fumetti Orfani della Bonelli raggiunge la sua piena maturità con Orfani: Ringo n.2 - Nulla per nulla, albo scritto da Mauro Uzzeo, del quale vi proponiamo la nostra recensione.

Orfani, la serie a fumetti pubblicata dalla Sergio Bonelli Editore, ideata dallo sceneggiatore Roberto Recchioni e dal disegnatore Emiliano Mammuccari, è diventata Ringo, titolo che caratterizza la seconda stagione che ha preso il via con la storia Ancora vivo. Abbiamo letto in tempi record la seconda uscita, Ringo n.2 - Nulla per nulla, un albo sceneggiato da Mauro Uzzeo, scritto dallo stesso con la collaborazione di Recchioni e disegnato da Luca Maresca.

Vi proponiamo dunque la nostra recensione in anteprima, ricordandovi che sarà in tutte le edicole italiane a partire dal 15 novembre 2015.

La Trama

Ringo 2_01_a

Il titolo "Nulla per nulla" esprime con saggezza il valore di questa avventura che mette da parte la spettacolarità, per parlarci di esseri umani e di rapporti umani. La storia prende il via con la fuga di Ringo, il quale si porta a spasso i tre giovani "orfani" Seba, Rosa e Nuè per salvare la propria pelle e quella dei ragazzi dagli attacchi della Juric e dei Corvi. Il gruppo si trova in Italia, una nazione dissestata e che è difficile ormai identificare come il "Bel Paese". Mauro Uzzeo e Roberto Recchioni, co-autori del soggetto di questa seconda uscita, hanno trascinato i protagonisti fino a Montecassino, noto rifugio delle forze che si sono ribellate al Governo Straordinario di Crisi, svelando le reazioni di una realtà sociale che ha saputo reagire al disastro mondiale.

Sceneggiatura e dialoghi

Ringo 2_02 b

La storia alterna momenti di pura frenesia a lunghe pause riflessive, utili ad approfondire la conoscenza dei personaggi principali. Questo ritmo altalenante aiuta il lettore a non deconcentrarsi, a tenere alta l'attenzione, poiché chiamato spesso a confrontarsi con una realtà dura e spietata, mai così distante da quella che respiriamo quotidianamente, abile a celare le sue storpiature. La caratterizzazione di Abe, vero protagonista di Nulla per nulla, è entusiasmante: l'uomo è un idealista esasperato, un condottiero indomabile. Abe è diverso dal Pistolero ed i loro dialoghi intensi colpiscono e creano spunti di riflessione. Alle spalle della costruzione di questa pubblicazione c'è un lavoro certosino, c'è lo spirito e la grinta di chi ha capito che la vita è sopravvivenza, è sacrificio ed è fatta di scelte atroci. Dialoghi forti, che non ti aspetti, visto un inizio dinamico, spensierato, fatto di sorrisini innocenti che verranno pagati a caro prezzo.

Disegni

Ringo 2_02 c

Luca Maresca ha superato se stesso (esclamazione scontata, ma di cui non si può fare a meno in questo caso). Marvel, Dc, Image Comics stupitevi pure, ammirando il talento di questo illustratore che prova dopo prova si sta conquistando il cuore dei lettori italiani! Volete espressività e realismo? Luca ha la capacità di prendere un personaggio come Abe e animarlo su carta, facendo scatenare il suo spirito incontenibile. Volete assistere ad uno show senza precedenti? Inchinatevi di fronte allo spettacolo puro che si consuma nelle pagine finale, con una danza macabra che vi strapperà gli occhi dalle orbite. Pagina ottanta non è fumetto: è cinema a tutti gli effetti!

Copertina, colorazione, formato, prezzo, data di uscita, contenuti extra

Ringo 2_01 d

La cover dell'albo è stata firmata da Emiliano Mammucari. Le differenze tra il suo stile e quello dell'ex copertinista sono profonde e non è facile abituarsi al cambiamento. Su Orfani: Ringo n.2 - Nulla per nulla vediamo una copertina più ricca rispetto a quella del numero precedente, povera per quanto riguarda i contenuti. L'artista, che si distingue per il tratto pulito e moderno, ha introdotto l'appassionante vicenda senza strafare, soffermandosi sull'elemento del faticoso viaggio dei protagonisti. Il suo è un bel disegno, ma poco coraggioso!


    Copertina: Emiliano Mammucari
    Colori: Alessia Pastorello
    Pubblicazione: 15 novembre 2014
    Formato: 16 x 21 cm, a colori
    Pagine: 98
    Prezzo: € 4,50

Giudizio finale

bonelli

Ringo n.2 è il fumetto che non ti aspetti. Prende il via con la solita praticità della serie, per trasformarsi dopo poche tavole in una delle migliori proposte Bonelli del 2014. L'avventura e la fantascienza lasciano spazio alla realtà, quella cruda e che fa male e ti punisce se ti distrai. La storia fiorisce su un terreno ben nutrito da un'idea di fondo che si sostituisce alla trama e vive autonomamente: il compromesso. Abe è il meraviglioso protagonista di questa seconda uscita e la sua forza, i suoi ideali, le sue fatiche oscurano la leggenda del Pistolero. Gli altri personaggi non appaiono come pedine di un gioco d'azione spericolato, ma si percepiscono vivi come non mai e veri. La serie Orfani ha compiuto un passo in avanti non indifferente e ha raggiunto la maturità nel momento più opportuno. Siamo solo all'inizio di un viaggio epico, del quale ci è stata raccontata solo la premessa nei dodici mesi passati.

In definitiva, è l'albo che tutti i detrattori dovrebbero custodire gelosamente...

Le tavole in anteprima

Orfani: Ringo informazioni generali sulla serie

La seconda stagione di Orfani sarà composta da dodici numeri mensili. Si alterneranno alle sceneggiature Roberto Recchioni e Mauro Uzzeo (Dylan Dog, John Doe); per il settimo numero è stato ingaggiato lo special guest Luca Vanzella. Il team dei disegnatori è composto da Emiliano Mammucari, Carlo Ambrosini, Paolo Bacilieri, Giancarlo Olivares, Roberto Zaghi, Luca Maresca, Alex Masacci, Davide Gianfelice, Alessio Avallone, Luca Genovese, Matteo Cremona, Luigi Pittaluga. Tra i coloristi ritroviamo Annalisa Leoni, Giovanna Niro, Alessia Pastorello, Nicola Righi.

Cosa ci piace - Cosa non ci piace




Cosa ci piace
Cosa non ci piace


  • L'esordio sulla serie dello scrittore Mauro Uzzeo

  • Una narrazione intensa e coinvolgente

  • Abe e la teoria del compromesso




  • I testi delle prime tavole che non reggono il confronto con quelli successivi

  • La copertina troppo semplice per esprimere evidenziare lo spessore della storia



    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.