Matsuri Connection, Satoshi Mizukami pubblica un nuovo one-shot

Nuovo one-shot manga in vista per Satoshi Mizukami. Ecco i primi dettagli in merito a questo progetto.

Satoshi Mizukami, mangaka noto soprattutto grazie a serie di successo come "Samidare - Lucifer & Biscuit Hammer" o "Trigun - Multiple Bullets", lancerà presto un nuovo fumetto in versione one-shot. L’annuncio è stato affidato alle pagine della rivista Morning magazine di casa Kodansha, dove è stato specificato che il nuovo fumetto uscirà in Giappone il prossimo 22 Gennaio, per l'esattezza sul prossimo numero della stessa rivista. Titolo di questo nuovo lavoro sarà "Matsuri Connection" (Festival Connection), e vedrà protagonisti un nano alieno ed una ragazza hikikomori, vale a dire una ragazza che ”preferisce” vivere completamente isolata rispetto al resto del mondo.

Come dicevamo, Satoshi Mizukami è noto per la pubblicazione di diverse serie a fumetti di successo. Ecco quali sono le più conosciute!

Satoshi Mizukami, le serie più famose

Satoshi Mizukami manga

Oltre al già citato “Samidare – Lucifer & Biscuit Hammer”, manga la cui serializzazione ha avuto inizio nel 2005 sulle pagine della rivista Young King magazine, e che viene pubblicato in Italia grazie alla Flashbook Edizioni, fra le serie ad opera di Mizukami troviamo anche il Seinen fantasy-drammatico “Trigun - Multiple Bullets”, e la commedia soprannaturale Spirit Circle. Segue la serie “Creature arcane” (Sengoku Youko), fumetto di genere fantasy sovrannaturale portato in Italia dalla Flashbook Edizioni, e molte altre serie di successo.

Detto questo, non ci rimane a questo punto che attendere ulteriori aggiornamenti e dettagli in merito al nuovo one-shot in uscita! Torneremo come sempre con tutte le novità in cantiere.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | ANN

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.