Charlie Hebdo, il premio Je Suis Charlie del Carnevale di Manfredonia non accetta vignette sulla religione

L’Agenzia del turismo di Manfredonia inaugura il nuovo premio "Carnevale in Satira: Je Suis Charlie", ma anche qui … sembra che non mancheranno di certo le polemiche.

Polemiche e contraddizioni accompagnano la nascita di un nuovo premio, il "Carnevale in Satira: Je Suis Charlie", premio che sarebbe stato istituito dall’Agenzia del turismo di Manfredonia, che dopo il terribile attentato che ha avuto luogo nelle scorse settimane a Parigi, avrebbe deciso di creare un riconoscimento, che sarà consegnato a chi disegnerà la vignetta satirica migliore fra tutte. Fin qui non c’è nulla di strano, se non fosse che, come è spiegato a chiare lettere, le vignette che potranno partecipare al concorso non dovranno offendere il decoro pubblico e la religione.

Le vignette realizzate, in formato A4, devono essere di chiaro carattere satirico a tema Carnevalesco. Non saranno accettate vignette che offendano il decoro pubblico e la religione. La vignetta potrà essere firmata e/o siglata dal concorrente

si legge infatti nel regolamento che spiega come partecipare al concorso organizzato in memoria delle vittime di Parigi. Una satira “controllata” insomma, una satira che – a conti fatti – non può più considerarsi “satira”.

L’aspetto più ironico della vicenda poi, si trova proprio nel nome scelto dall’Agenzia del Turismo per la Promozione del Territorio di Manfredonia per inaugurare questo premio: “Je Suis Charlie”.

Je Suis Charlie

“Chi è Charlie” non dovrebbe evitare di parlare di determinati argomenti, primo fra tutti … proprio quello religioso! Il Charlie Hebdo è finito nel mirino di folli assassini proprio per questa sua caratteristica, caratteristica che può piacere o non piacere, può essere condivisa o può far "storcere il naso", ma che rappresentava – e rappresenta ancora adesso – la vera essenza della rivista satirica.

Secondo voi cosa ne penserebbero le vittime dell'attentato al Charlie Hebdo nel veder utilizzare il nome della propria rivista, per un evento, un premio, o anche per una raccolta di vignette, che in realtà non rispecchia del tutto la loro visione del mondo e – soprattutto - della satira?

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Carnevalemanfredonia.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.