Terra Formars ottiene un adattamento a live-action curato da Takashi Miike

Adattamento a live action per Terra Formars, progetto curato da da Takashi Miike!

Grandissima novità per il manga Terra Formars: il magazine Young Jump ha infatti annunciato che è in progetto un film in versione live-action, e che tale progetto è in mano a Takashi Miike.

Opera originale di Tachibana e Sasuga, pubblicata dal 2011 grazie alla casa editrice Shueisha che ne pubblicherà il volumetto numero 12 questo 19 febbraio. Il manga ha più di 10 milioni di copie distribuite. Ricordo inoltre che il cartaceo è stato nominato per il celebre premio Manga Taisho nel 2013.

Ecco la trama dell'opera:

Terra Formars

nel secolo XXVI la terra raggiunge un tale numero di abitanti da arrivare al punto di rottura. E' infatti indispensabile riuscire a trovare altri metodi di vita in altri luoghi. La cosa più sensata è provare ad arrivare su Marte ma ci sono già dei precedenti: infatti una prima missione è già stata inviata ma di tale missione è andata persa ogni traccia.

A questo punto viene inviata una seconda missione che approda su Marte: il compito sarebbe quello di sterminare gli scarafaggi inviati la prima volta e preparare quindi Marte per l'arrivo degli esseri umani. Non è una bella sorpresa trovare che questi già orrendi insetti sono in realtà mutati in mostri molto aggressivi il cui proposito è sterminare gli esseri umani. Non basta questa scoperta a dir poco scioccante, pare infatti che ci siano degli esperimenti chirurgici in atto che tendono a umanizzare tali mostri. Come mai qualcuno sta facendo ciò?

Per chi volesse nel frattempo godersi la storia, è già uscita la serie di animazione a partire dal mese di settembre 2014, in 13 episodi.

Aspettiamo invece maggiori delucidazioni per quanto riguarda il live!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.