Diabolik Lovers, seconda stagione di animazione in vista

Nuova serie di animazione per Diabolik Lovers.

Il Twitter ufficiale per la serie di animazione e il game Diabolik Lovers ha dato un paio di annunci interessanti. In primis è in progetto una seconda serie di animazione, in uscita in data da definirsi, secondariamente uscirà anche uno Stage play al Rikk?kai Theater in Tokyo, da 26 al 30 agosto. Restiamo naturalmente in attesa di maggiori delucidazioni riguardanti la serie.

La prima serie di animazione è uscita nel 2013 per lo studio ZEXCS.

Vi ricordo la appassionatissima trama:

Diabolik-Lovers (2)

la giovane Yui si trasferisce alla magione Sakimaki. Il padre, pastore protestante, la invia infatti lì a vivere. La casa è quanto meno inquietante e perfino un sasso si sarebbe accorto, avvicinandosi e poi entrando, che l'ambiente non è tra i più salutari. Infatti chi mai vivrà in questa sinistra magione?

Ma ovviamente dei vampiri! Sei bellissimi fratelli vampiri la accolgono a braccia aperte infatti pare che il padre e ministro della chiesa abbia letteralmente regalato la figlia ai giovani come loro preda. Che tipo simpatico, vero? Oltre ai vampiri che vogliono darle un morsetto, la ragazza si trova braccata anche da un certo Richter che punta al suo cuore: questo infatti sembra sia l'organo strappato dal petto della sua prima moglie Cordelia( appartenente alla famiglia di vampiri di cui sopra).

Povera ragazza insomma! Riuscirà a salvare la pelle? La serie è fatta da panico, paura e fughe da parte della giovane sventurata: d'altra parte, come potrebbe essere altrimenti? Pensiamo inoltre al finale più scontato possibile e concretizziamolo.

Chissà di cosa tratterà la seconda serie di animazione: restiamo in fremente attesa di novità.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.