Charlie Hebdo, Hayao Miyazaki commenta: "Un errore quelle vignette satiriche"

Hayao Miyazaki ha così commentato in merito all'attaco a Charlie Hebdo: "Un errore disegnare quelle vignette satiriche".

Charlie Hebdo - Anche il Maestro Hayao Miyazaki ha voluto dire la sua in merito all'attacco a Charlie Hebdo avvenuto in Francia. Pochi giorni fa il regista Hayao Miyazaki ha partecipato ad un'intervista tenutasi alla TBS Radio, Day Catch!, guidata da Kyoukei Arakawa. Ad un certo punto dell'intervista, la conversazione è virata verso l'attacco a Charlie Hebdo del 7 gennaio scorso (12 morti, 11 feriti e altri 5 morti in attacchi e incidenti collegati). Ebbene, in merito alla vicenda di Charlie Hebdo, Hayao Miyazaki ha dichiarato: "Io penso che sia stato un errore fare la caricatura di figure venerate da un'altra cultura. Era consigliabile non farlo". Poi ha aggiunto: "Invece di fare qualcosa come questo, dovrebbero fare più caricature dei propri politici".

Hayao Miyazaki parla di Charlie Hebdo: "Un errore disegnare quelle vignette satiriche"


Hayao Miyazaki

Quindi secondo Miyazaki, Charlie Hebdo avrebbe sbagliato nel disegnare delle vignette satiriche relative a personalità venerate da un'altra cultura, meglio fare le caricature dei politici nostrani. Un'opinione forte la sua, ferma come è tipica di Miyazaki, che potrà fare storcere il naso a molti, ma che comunque viene condivisa anche da altri. Un sondaggio pubblicato da Le Journal du Dimanche lo scorso mese aveva dimostrato come il 42% dei francesi sostenesse che Charlie Hebdo non avrebbe dovuto pubblicare vignette raffiguranti Muhammad se qualcuno le riteneva offensive.

Hayao Miyazaki è un pacifista convinto e un regista determinato che non ha affatto paura di andare contro l'opinione pubblica e far arruffare qualche piuma con le sue affermazioni. Il che potrebbe spiegare la sua affermazione secondo la quale Charlie Hebdo avrebbe fatto male a pubblicare le vignette satiriche di Muhammad sapendo che offendevano qualcuno.

A differenza di quanto accade in alcuni dei suoi film, dove spesso il finale si conclude su una nota indecisa (in senso non negativo) o dove cerca in contemporanea di tenere conto di due punti di vista contrastanti, in questo caso Hayao Miyazaki ha deciso di non addolcire la pillola: ha detto semplicemente ciò che pensava. Il che non vuole affatto dire che abbia detto di trattare la propria cultura con i guanti, anzi, subito dopo ha detto che era meglio fare vignette satiriche dei propri politici. E ovviamente non si è neanche dichiarato d'accordo con i mezzi usati dai terroristi per manifestare il loro dissenso, semplicemente si è limitato a dire che quelle vignette non si dovevano fare perché già si sapeva che avrebbero offeso qualcuno. Voi che ne dite? Cosa ne pensate dell'affermazione di Miyazaki?

Via | AnimeNewsNetwork

Foto | Britta Loucas

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.