Lo Scultore di Scott McCloud, la Sony Pictures ha acquistato i diritti per lo sfruttamento cinematografico

La First Second Books ha appena rilasciato Lo Scultore di Scott McCloud in tutte le librerie americane e la Sony Pictures, battendo tutti sul tempo, ha subito acquistato i diritti per un film sul graphic novel!

La notizia giunge come il proverbiale "fulmine a ciel sereno" perché, mentre la Bao Publishing si appresta a preparare l'edizione italiana del fumetto (che sarà disponibile ad aprile 2015), la First Second Books ha già pubblicato il primo graphic novel "ufficiale" di Scott McCloud in tutte le librerie (fisiche e digitali) americane. E come diavolo hanno fatto i manager della Sony Pictures a decidere, in poco più di due settimane, di acquistare i diritti per lo sfruttamento cinematografico de Lo Scultore? Stando a quanto scritto su The Hollywood Reporter, la gara per l'acquisto dei diritti per Lo Scultore di McCloud è stata davvero intensa quindi, già prima dell'uscita del libro, molte case di produzione americane avevano già puntato il nuovo graphic novel dell'autore americano. Ma a spuntarla è stata proprio la Sony Pictures che, sempre secondo i ragazzi di The Hollywood Reporter, ha già affidato la produzione del film a Scott Rudin e Josh Bratman, due professionisti del settore che hanno lavorato con autori e registi di primissimo piano (Wes Anderson su tutti). Ma perché la Sony Pictures si è lanciata a capofitto nella gara d'acquisto per i diritti cinematografici de Lo Scultore?

Lo Scultore di Scott McCloud: una bella "favola" moderna

Lo-Scultore-Scott-McCloud-Film-Fumetto-Bao-Publishing-Cover

La storia de Lo Scultore di Scott McCloud è semplice ma allo stesso tempo potentissima: lo scultore David Smith fa un patto con la Morte che, nei duecento giorni di vita che rimangono all'artista, decide di donargli la capacità di scolpire qualsiasi cosa gli passi per la testa. Capite bene che, con un potere del genere, qualsiasi scultore che si rispetti potrebbe realizzare opere concettualmente magnifiche, ma sarà importante capire come si evolverà il personaggio di Smith nei duecento giorni concessi dalla Morte per apprezzare appieno questa nuova opera di McCloud. Conoscendo la capacità narrativa e la grande cultura di cui è dotato il vecchio Scott, sono arcisicuro che la storia ci lascerà a bocca aperta perché, scandito dal passare dei giorni, il destino di Smith e il suo amore per l'arte e la scultura sono gli elementi che faranno da sfondo ad una storia ben più intricata, dove i sentimenti del protagonista saranno continuamente messi a nudo dall'autore. Non vedo l'ora di poter leggere l'edizione italiana a cura della Bao Publishing perché, dopo tanti anni d'assenza dalle scene fumettistiche americane ed internazionali, Scott McCloud avrà elaborato una storia dove troveremo molti elementi tipici della vita di un fumettista, anche se trasposti in chiave "scultorea"!

Bene ha fatto la Sony Pictures a non mollare il progetto e a investire tempo (e denaro) per l'acquisto dei diritti di pubblicazione del fumetto di Scott McCloud e, se Scott Rudin e Josh Bratman riusciranno a trovare uno screenwriter che sia in grado di trasporre con dovizia Lo Scultore, sarà molto facile trovare un regista che accetterà di realizzare questa produzione. Resta solo da capire quali potrebbero essere gli attori che la Sony Pictures intenderà scritturare e, ovviamente, quando l'azienda ha in mente di rilasciare la pellicola.

Ben sapendo quant'è amato Scott McCloud anche nei confini italiani, vi lascio qui alla visione di una bella intervista realizzata da Comic Book Resources dove, visibilmente invecchiato ma tutt'altro che arrendevole, l'autore americano ci parla de Lo Scultore!

via | Comic Book Resources

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.