Fumo di China n.235 racconta il Tex di Serpieri e Tisselli

Su nuovo Fumo di China n.235 si parla del Tex d'Autore, la nuova opera realizzata da Paolo Eleuteri Serpieri per la Sergio Bonelli Editore. Inoltre, si parla del Tex di Tisselli.

Ecco spuntare in edicola e fumetteria il nuovo Fumo di China n.235, rivista dedicata al mondo del fumetto e che questo mese si concentra su due leggende della Nona Arte italiana: la prima è Tex, il più celebre personaggio della Sergio Bonelli Editore; la seconda è l'artista Paolo Eleuteri Serpieri, che ha da poco pubblicato una storia con protagonista il noto ranger dalla camicia gialla.

La copertina "mista" del Fumo di China n.235 (la distribuzione è iniziata proprio oggi martedì 24 febbraio 2015) è dedicata al Tex d’Autore e presenta due immagini realizzate dai maestri Paolo Eleuteri Serpieri e Sergio Tisselli.

All'interno della rivista è stata inserita proprio una lunga intervista a Paolo Eleuteri Serpieri, il quale ha parlato di questo atteso primo incontro con Tex e Kit Carson. Subito dopo troverete l'intervista, arricchita con una fumettografia, a Sergio Tisselli, che sta lavorando per la produzione del Color Tex autunnale.

L'editoriale del mese è "Segni di appartenenza" e tratta degli avvenimenti nella redazione di Charlie Hebdo, ma anche del rapporto tra i fumetti e l’informazione di oggi. L'ex direttore di Fumo di China, Sergio Rossi, nell'articolo Io sono Charlie, ecco perché, ha discusso del mondo della satira e dell'ipocrisia che lo circonda. Inoltre, è stato inserito anche un reportage esclusivo dal Festival di Angoulême, vissuto in pieno “spirito Charlie”.

Il fumetto portoghese ed i nuovi hippies

tex bonelli charlie

Tra gli autori messi sotto la lente di ingrandimento dalla redazione della rivista ci sono due "hippies" speciali, che hanno rilasciato un'intervista per parlare dell'underground, dell’integralismo e di tanti altri temi scottanti. Questi due artisti sono Robert Crumb e Gilbert Shelton! Si parla di Galep e dell’Eternauta nell'interessante reportage esclusivo di Giovanni Nahmias, dedicato all'arte del fumetto che ha trovato spazio in due mostre allestite a Milano.

Il nuovo Fumo di China è l'occasione giusta per documentarsi sul "Paese dei Quadradinhos", grazie ad una breve analisi sul fumetto portoghese realizzata da Ferruccio Giromini.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.