La Bonelli svela il nuovo Dylan Dog Magazine 2015

A marzo farà il suo debutto il Dylan Dog Magazine 2015, nuova rivista targata Sergio Bonelli Editore e dedicata al genere horror.

La Sergio Bonelli Editore ha svelato i contenuti della nuova rivista a fumetti Dylan Dog Magazine 2015, che rilascerà in tutte le edicole italiane a partire dal 24 marzo 2015. Questa nuova uscita Bonelli (la periodicità di pubblicazione è annuale) sarà dotata di una copertina disegnata da Bruno Brindisi, che ha illustrato il protagonista circondato dal suo orrore "quotidiano".

E' proprio l'horror il tema principale del Dylan Dog Magazine 2015, una rivista che cercherà di analizzare tutto ciò che nell'annata 2015 sarà legato al fattore "paura". Le rubriche parleranno di cinema, fumetti, libri, televisione, giochi ecc... Al suo interno ci saranno vari servizi, tutti a colori, e gli horror files dedicati ai piccoli paesi in cui si annida l'orrore. Inoltre, potrete leggere due nuove avventure complete con protagonista il caro Dylan Dog.

La prima storia è Nuovo Cinema Wickedford, scritta e sceneggiata da Davide Barzi, disegnata dallo stesso Bruno Brindisi. I due protagonisti sono Dylan e Bloch che si ritrovano ad investigare a Wickedford, il paese dove l'ex ispettore ha deciso di vivere la sua meritata pensione. I due dovranno farà luce sul mistero che avvolge "Blumenbach", una pellicola horror di culto degli anni Settanta.

Due ragazzi si sono messi a realizzare un film-documentario e, in qualche modo, coinvolgeranno l’Indagatore dell’Incubo e l'amico Bloch, che rimarranno intrappolati nei meandri di una tragica e sorprendente vicenda accaduta molti anni fa.

Quando i soldi fanno paura a Dylan Dog

bonelli horror dylan dog

La seconda storia dell'albo è intitolata Il saldo ed è stata realizzata da Giovanni Gualdoni (soggetto e sceneggiatura), con l'aiuto del disegnatore Fabrizio De Tommaso.

In quest'avventura Dylan inizierà a trovare a terra alcuni soldi, in prossimità di un bancomat. Da dove vengono tutte queste banconote? Appartengono ad un passante che ha appena incrociato o il bancomat stesso ha iniziato a produrre misteriosamente denaro? C'è una spiegazione ancor più paradossale, che catturerà l'interesse del nostro eroe...

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.