The Spirit 25mo anniversario, la DC Comics pubblicherà un volume con le storie di Will Eisner

Era il 2 giugno 1940 quando, a soli 23 anni, il grande Will Eisner pubblicava il primo numero di The Spirit, primo (ed unico) eroe nato dalla matita del disegnatore newyorkese.

Per celebrare degnamente i settantacinque anni di The Spirit, la DC Comics ha pensato di riproporre tutte le storie più belle del personaggio in un megavolume da 480 pagine con copertina rigida! L'occasione era troppo ghiotta per lasciarsela scappare e, infuso negli editor della casa editrice americana uno spirito da "Amarcord" di felliniana memoria, ecco spuntare fuori l'annuncio di questo imponente volume da collezione. Il tutto mentre la Dynamite Entertainment pubblicherà a breve la prima storia di un nuovo ciclo interamente dedicato a The Spirit ("Who Killed The Spirit?", storyline affidata dalla casa editrice americana a Matt Wagner), cosa che gli editori di Mt. Laurel avevano in mente di fare già dal mese scorso, quando s'era annunciato che avrebbero messo a frutto i diritti per lo sfruttamento del personaggio acquistati poco prima del San Diego Comic-con 2014. Sarebbe necessario fare un bel recap su chi è The Spirit e perché questo personaggio è amato tanto quanto i supereroi più famosi della Marvel o della DC Comics, ma l'occasione si presta bene ad un altro tipo di ragionamento: come mai, invece di provare a recuperare nuovamente il personaggio, la DC Comics ha deciso di "allontanarsi" da The Spirit?

The Spirit: un personaggio difficile

The-Spirit-1-Cover

Nel 2006/2007, la DC Comics provò a reinserire The Spirit nel suo universo narrativo realizzando un crossover che vedeva il personaggio affiancato a Batman, una delle colonne portanti della casa editrice americana. Il fumetto, realizzato da personalità del calibro di Jeph Loeb (autore), Darwyn Cooke (matite) e J. Bone (matite e colori), servì alla DC Comics per dare un assaggio di The Spirit ai lettori che, proprio sul finire del 2006, ebbero modo di acquistare il primo albo della serie originale interamente dedicata al personaggio. Composta da albi di circa 22 pagine ciascuna, la serie venne interrotta con il numero #32 e, oltre a Cooke e Bone (che si occuparno delle prime run), sulla testata si avvicendarono autori ed artisti quali Mark Evanier, Sergio Aragones, Mike Ploog e Paul Smith. La serie non andò benissimo e, nonostante la DC Comics fece un bel lavoro di recupero e modernizzazione dei personaggi (da notare soprattutto le nuove abilità da hacker di Ellen e la rielaborazione meno razzista di Ebony White, spalla storica di The Spirit), la testata ebbe davvero vita breve.

Pur avendo mezzi, uomini e idee, la DC Comics decise di abbandonare il progetto, cosa che sicuramente non fa onore ad una casa editrice del suo calibro. Il motivo l'avrete sicuramente intuito da soli: nonostante gli sforzi, il personaggio non è riuscito ad "auto-finanziarsi" abbastanza per sopravvivere all'interno del catalogo della DC Comics, con conseguente chiusura forzata della testata. Ma la cosa buffa è che, almeno per i primi dieci numeri, la testata non è mai scesa sotto le 20.000 copie vendute, piazzandosi sempre nella top 100 dei fumetti più acquistati negli States. Evidentemente, e non ci voleva un genio per capirlo, non era ancora venuto il momento di riproporre The Spirit in fumetteria, cosa che invece la Dynamite Entertainment potrà fare anche grazie al recupero di tutta una serie di personaggi "perduti" della Golden Age che la casa editrice sta riproponendo da qualche anno a questa parte.

Spero che il compleanno di The Spirit sia festeggiato degnamente anche da noi e, giusto per chiudere in bellezza questo articolo, vi pubblico qui il trailer del film che Frank Miller ha realizzato per il personaggio nel 2008. Film che, al pari del fumetto, non ha avuto vita facile...

via | Comic Book Resources
Foto | The Comicbooks

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.