Kangoku Gakuen-Prison School l'animazione esce questa estate 2015

La serie di animazione Kangoku Gakuen inizia questa estate 2015.

La bandella intorno al volumetto numero 16 del manga Kangoku Gakuen (Prison School) annuncia che la serie di animazione debutterà questa estate 2015. Opera originale di Hiramoto Akira, pubblicata sul magazine Young Magazine della casa editrice Kodansha dal 2011, in 16 volumetti e in corso. In Italia il cartaceo viene pubblicato da Star Comics con il titolo Prison School.

Qualche dato "tecnico": il manga ha vinto il premio Best General Manga alla 37esima edizione dei Manga Awards della casa editrice Kodansha nel 2013. Sulla bandella del volumetto 16 è inoltre precisato che ci sono ben 4 milioni di copie ormai in circolazione.

Vi ricordo la trama dell'opera:

Kangoku Gakuen (2)

all’interno di un prestigioso istituto privato femminile, la Hachimitsu Academy, una scuola dagli standard molto severi e rigorosi e sottoposta a un rigido codice scolastico, è imposto l’assoluto divieto di avere un qualsivoglia contatto con i ragazzi. Infatti la scuola è femminile fino ad un certo momento in cui, ben cinque studenti maschi, hanno accesso alla scuola e possono esservi finalmente regolarmente accettati.

Ovviamente i responsabili dell’istituto tengono a ribadire il severo divieto di interazione tra studentesse e studenti. Si sa bene come sono i giovani nipponici: i cinque ragazzi non riescono a credere alla loro fortuna, consapevoli di poter realizzare il sogno di vivere in mezzo a più di mille ragazze. Peccato che l'idillio duri ben poco visto che il sogno si trasforma molto presto in un incubo ad occhi aperti.

Non ci resta che attendere ulteriori news riguardanti questa serie molto particolare, e dettagli su cast, staff più una data di uscita precisa.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.