One Piece, spoiler capitolo 779

Eiichiro Oda ha pubblicato regolarmente il capitolo 779 di One Piece, manga che l'autore giapponese sta seriazzando dagli anni novanta su Weekly Shonen Jump!

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 778 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 779.

Riassunto e spoiler capitolo 778 (link)

Spoiler capitolo 779

Dopo aver affettato per bene Pica, Zoro (rimasto appeso da qualche parte sull'Altopiano Reale) scruta la sua arma per capire se v'è qualche nuova crepa o incrinatura: niente di niente, la spada è perfetta come quando ha iniziato il combattimento! Questa nuova "paranoia" di Zoro è frutto dei due anni di allenamento da Mihawk che, minacciato lo spadaccino con la promessa di non farlo bere fino a quando l'ex-cacciatore di pirati non avesse imparato ad usare correttamente l'Haki, rispondeva alla domande del ragazzo circa la manutenzione delle sue armi. Manutenzione che non si rende necessaria se l'Haki è infuso correttamente nelle spade...

Scendiamo all'interno del vecchio Altopiano Reale, dove l'Ammiraglio Fujitora è riuscito a proteggere marines e civili dalla caduta degli ultimi frammenti della statua di Pica. E mentre i Marines discutono con l'Ammiraglio sulla possibilità o meno di lasciare che la statua di Pica si stagli ancora sulla città, tutti quelli che hanno assistito allo scontro rimangono impressionati dalla potenza distruttiva di Zoro che, con pochi e precisi "tagli", è riuscito a far fuori uno degli agenti più pericolosi di Doflamingo. Contemporaneamente, dall'altra parte della città, gli abitanti del Regno di Tontatta che erano stati rinchiusi nella Fabbrica degli Smile iniziano a far esplodere l'edificio che è stato causa di tanto male per i piccoli uomini. La scena viene vista anche dal Palazzo Reale, dove Trebol informa Doflamingo della distruzione della fabbrica e della caduta di Pica, che l'agente giudica "facilmente arginabile" grazie al potere di Macherie. Ma forse l'agente non sa che la principessa del Regno di Tontatta è stata salvata da Leo e dai suoi uomini!

Macherie, Leo e i suoi uomini si ricongiungono a Kyros, Robin e Rebecca. Una volta lì, Leo osserva per la prima volta il "comandante" (Kyros) in quella che è la sua vera forma e, meravigliato, il piccolo uomo dice che questo è praticamente uguale alla statua di Colosseo Arena. Macherie, notate le moltissime ferite di Kyros, si offre di guarire l'ex-gladiatore che, ben sapendo del potere della principessa, vorrebbe che la piccola umana conservasse le forze per salvare tutti i civili che stanno combattendo proprio sotto di loro. Macherie osserva Dressrosa insieme a Leo e, notata la devastazione causata da questa battaglia, la principessa sembra davvero molto preoccupata. A gettare benzina sul fuoco ci pensa Kyros che, ben conscio che il destino del paese è ora nelle mani di Law e Rufy, spera che i due riescano a far fuori il nemico una volta per tutte. Anche perché, arrivati a questo punto, una vittoria di Doflamingo significherebbe riportare di nuovo Dressrosa nel caos!

Entrata di nascosto in una delle torri esterne del Palazzo Reale, Koala chiama Sabo per riferirgli che le cose non stanno andando come speravano. Sabo, che sta liberando i prigionieri del Colosseo Arena, dice alla ragazza che si fida di lei e che è troppo lontano per fornirle il supporto necessario, ma il piano che vorrebbe attuare Koala per porre fine alla battaglia potrebbe mettere in serio pericolo la vita di Rufy, amico fraterno del suo comandante. Saputa della cosa, Sabo dice a Koala che sta per raggiungerla...

Visto che Zoro si stava arrampicando da solo sulla parete dell'Altopiano Reale, Usopp si offre di dagli la mano per aiutarlo a salire in cima, buttandosi fra le braccia dell'amico e ringraziandolo per quello che ha fatto per loro. Zoro risponde che si sentirà soddisfatto solo quando la "Gabbia per Uccelli" sarà sparita, perché segnerà la fine del nemico più pericoloso di tutti: Doflamingo! Alcuni cittadini ricordano a Zoro che ormai, Doflamingo a parte, i nemici sono rimasti solo due e Viola, che sta aggiornando tutti in tempo reale, corregge l'affermazione dell'uomo informandolo che, proprio in quel preciso momento, un altro scontro si è appena concluso...

Al Piano Terra del Palazzo Reale, dopo una lotta psicologicamente devastante, Rufy è riuscito a sconfiggere l'amico Bellamy, e la cosa sembra aver fatto arrabbiare parecchio il capitano dei Mugiwara. Ci viene quindi mostrato lo scontro dove, nonostante Rufy cercasse in tutti i modi di esortare Bellamy a fermarsi e a riflettere su quello che stava facendo, il pirata continuava a ripetere che la sconfitta di "Cappello di Paglia" lo avrebbe sicuramente riportato tra le grazie di Doflamingo. Un Doflamingo che, a detta di Rufy, non è assolutamente interessato al bene di Bellamy che, pur essendone consapevole, sembra non voler ascoltare i consigli dell'amico. Un amico che cerca di fargli capire come stanno realmente le cose: Doflamingo ha fatto si che Bellamy avesse la possibilità di scontrarsi contro Rufy più volte, in modo che il capitano dei Mugiwara lo uccidesse senza che lo Shichibukai si "sporcasse le mani". Una cosa subdola che solo Doflamingo poteva pensare e che, a quanto pare, anche Bellamy sembrava aver intuito. Ma il pirata vuole dimostrare a Rufy che anche lui ha un obbiettivo nella vita e, se la morte è l'unica cosa in grado di far risaltare il suo nome davanti agli occhi di Doflamingo, allora Bellamy è ben felice di mettere tutto se stesso in quest'ultima battaglia! Rufy prende i colpi di Bellamy senza rispondere, facendosi dare del "codardo" dal pirata. Ma Bellamy sta provocando Rufy proprio per farsi uccidere dall'unica persona che l'ha sempre trattato come un amico e, sapendo d'aver ammirato l'uomo sbagliato (Doflamingo), il ragazzo spera che sia proprio "Cappello di Paglia" a farlo fuori. Capita la situazione, Rufy indurisce il braccio sinistro con l'Haki e, mentre Bellamy cerca di arrivargli addosso con un attacco alla disperata, colpisce in testa l'amico lasciandolo a terra privo di sensi.

Ora che Bellamy ha attestato i suoi "principi" con il sacrificio, Doflamingo dovrebbe essere soddisfatto di quanto è riuscito ad architettare. L'urlo di rabbia di Rufy è la prova "provata" che il piano di Doflamingo è stato un successo, ma lo Shichibukai ha un'altra sorpresa per il capitano dei Mugiwara: come reagirà Rufy quando vedrà il corpo senza vita di Law?


via | Mangahelpers

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.