I Simpson, morto il co-creatore Sam Simon

Quello che fu il team originale che ha lavorato sulla creazione de I Simpson ha perso uno degli autori più importanti dello show: è morto Sam Simon, ideatore di molte delle storyline originali della prime serie.

La notizia era già nell'aria quando, qualche tempo fa, parecchi siti d'informazione fumettistica americana annunciavano l'aggravarsi delle condizioni fisiche di Sam Simon che, dal 2012, stava combattendo contro un terribile tumore al colon. Una battaglia che Simon ha combattuto mettendoci la faccia e cercando, per quanto possibile, di sensibilizzare l'opinione pubblica su questa terribile quanto letale forma di tumore che può colpire gli uomini di tutte le fasce d'età (anche se l'incidenza maggiore è verso i 40/50 anni d'età). Sempre attivissimo nel difendere i diritti degli animali (Simon devolveva gran parte dei diritti de I Simpson alla sua associazione in difesa dei cani abbandonati), l'autore ha speso parecchia della sua fortuna per supportare tutta una serie di campagne per la lotta alla povertà, ma la maggior parte dei suoi risparmi sono stati devoluti dal buon Sam proprio per la ricerca di una cura per il cancro. Un autore dal cuore d'oro e dalle grandi doti, visto e considerato che molte delle dinamiche interne de I Simpson e dei suoi personaggi sono partite proprio dalle sue trovate geniali ed irriverenti. E mi sembra doveroso, visto che Simon è sempre stato una persona più "in ombra" rispetto a Matt Groening, andare a parlare del suo contributo all'interno della serie animata più famosa d'America.

Sam Simon e "i gialli": "Sayonara" sapeva il fatto suo!

2014 Writers Guild Awards L.A. Ceremony - Inside

Sam "Sayonara" Simon ("Sayonara" è il nomiglio affibbiato all'autore sin dal primo special di Halloween della serie) è stato nel team creativo de I Simpson dal 1989 fino al 1993 quando, pienamente realizzato, l'autore ha deciso di abbandonare lo show per concedersi a produzioni altrettanto importanti (tra cui spiccano sicuramente The George Carlin Show, Friends e House of Cards). Ma prima di lasciare I Simpson, Simon è stato curatore personale (e creatore) di alcuni dei personaggi secondari più amati dello show: il diabolico Mr. Burns, il Dr. Hibbert e il Commissario Wiggum (quello che in Italia è diventato il Commissario Winchester) sono tutti passati sotto la lente d'ingradimento di Simons, che ne ha amplificato caratteri e sfumatore ricamando su ogni singolo personaggio paure, paranoie e tratti tipici dell'americano medio. Sua è stata l'idea di rendere gay il personaggio di Waylon Smithers, giocando innanzitutto sulla presunta omosessualità dell'assistente di Mr. Burns nelle prime serie della cartoon comedy. E che dire del grande Bleeding Gums Murphy, sassofonista di colore che appare sporadicamente ne I Simpson e di cui Simon era follemente innamorato?

Resta un po' d'amaro in bocca nel sapere che uno come Simon, che ha dato tanto ad uno show molto importante come I Simpson, non abbia voluto continuare a lavorare alla corte di Matt Groening, che sicuramente sarebbe stato felice d'avere al suo fianco un genio come il buon Sam. Ma Simon aveva voglia di cambiare, e una mente brillante come la sua non poteva limitarsi a seguire solo un progetto. Per fortuna Groening ha sempre avuto bravi autori con se, e quindi I Simpson sono stati seguiti con attenzione e cura, ma le dinamiche e i personaggi introdotti e pensati da Simon sono ancora attualissimi all'interno dello show, e questo è un dato di fatto...

Per ricordare degnamente la figura di Sam Simon, ho deciso di pubblicare un'intervista a InsiderINFO dove l'autore parla del suo male e di cosa ha fatto per combattere la sua lunga battaglia contro il tumore. Battaglia che è passata anche dal conto in banca di Simon, che ha donato il suo patrimonio per la ricerca di una cura a questa terribile malattia.

via | Comicbook

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.