Cartoomics 2015, Roberto Recchioni presenta le nuove storie di Dylan Dog

Il rilancio di Dylan Dog operato da Roberto Recchioni sta dividendo lettori e critici, ed il terreno della nuova battaglia del curatore della testata bonelliana passa sicuramente dal Cartoomics 2015!

Di casa in quel di Rho e del Cartoomics, la Sergio Bonelli Editore manda in campo Roberto Recchioni, Giacomo "Keison" Bevilacqua, Bruno Brindisi e gli altri protagonisti del rilancio di Dylan Dog per parlare "Tête-à-tête" con i lettori, annunciando quelle che saranno le prossime mosse editoriali che riguarderanno l'Indagatore dell'Incubo. Di novità vere e proprie ce ne sono state poche, a dire il vero, ma grazie a questa conferenza abbiamo appreso parecchio delle prossime uscite "confermate" di Dylan Dog, ed è stato molto importante capire dove il curatore Recchioni e il resto della ciurma che si occupa dell'Old Boy bonelliano vogliono andare a parare con le storie in uscita da qui fino ad autunno 2015. Un autunno che promette sicuramente faville perché, e lo sappiamo tutti, la Sergio Bonelli Editore sarà sicuramente una delle protagoniste del Lucca Comics and Games 2015, evento che richiamerà a se tutti i lettori di fumetti del belpaese. Ma oggi si parla di Cartoomics, quindi andiamo tosto a raccontare quanto accaduto alla conferenza della Sergio Bonelli Editore dedicata al personaggio più "horrorifico" del fumetto italiano "mainstream"!

Cartoomics 2015: Dylan Dog, Roberto Recchioni e il futuro dell'Old Boy

Cartoomics 2015 Conferenza Sergio Bonelli Editore

Il primo argomento toccato durante la conferenza è stato il nuovissimo Dylan Dog Magazine dove, oltre alla prima storia da investigatore in pensione dell'Ispettore Bloch (scritta da Davide Barzi e disegnata da Bruno Brindisi), troveranno spazio anche Giovanni Gualdoni (storia) e Fabrizio De Tommaso (disegni) con Il Saldo, avventura molto particolare dove Dylan se la vedrà con un...bancomat! Ma la cosa più ghiotta di questo nuovo Dylan Dog Magazine è sicuramente la storia di due pagine scritta e disegnata da Paolo Bacilieri che, a quanto pare, si è ispirato al serial TV di True Detective per confezionare questo simpatico quanto inaspettato contenuto "extra". Non ci resta che aspettare fino al 24 marzo 2015 per poter leggere il Dylan Dog Magazine che, almeno al sottoscritto, intriga già molto!

Cartoomics 2015 Conferenza Sergio Bonelli Editore

Dopo aver discusso un po' delle prossime uscite editoriali dedicate a Dylan Dog (tra cui spicca sicuramente il numero #343 con la copertina "nero su nero" di Angelo Stano), ecco che si inizia a parlare della chiusura del primo ciclo del rilancio del personaggio. Una chiusura assegnata a Paola Barbato che, dopo aver mandato Bloch in pensione, ritornerà ad occuparsi dell'ex-ispettore di Scotland Yard regalandogli una nuova storia d'amore con una tassidermista molto carina ma decisamente molto, molto punk! L'idea non mi dispiace affatto e, conoscendo lo stile della Barbato, sono sicuro che la chiusa della prima stagione "post-rinnovamento" di Dylan Dog sarà in grado di rispondere alle aspettative di molti dei lettori più critici. Bello anche il coinvolgimento di Giacomo "Keison" Bevilacqua che, tirato in ballo per il Color Fest "da ridere" dedicato al mitico Groucho, ha svelato quella che sarà la storia che sta scrivendo per l'albo: chiamato ad indagare circa l'improvvisa "vitalità" che alcuni stencil di Londrà hanno cominciato a manifestare, Groucho dovrà muoversi per la capitale con un handicap visivo abbastanza vistoso perché, a quanto pare, il povero assistente di Dylan Dog ha dovuto subire un'operazione agli occhi! Capite bene che, muovendosi "alla cieca" in quel di Londra, Groucho non sarà sicuramente in grado di distinguere il vero dal falso, e la cosa avrà sicuramente un effetto molto divertente. Ricordiamo che, insieme a Bevilacqua, sullo speciale dedicato a Groucho troveremo anche Zerocalcare e Leo Ortolani, due fumettisti assolutamente "fuori" dalle logiche della Sergio Bonelli Editore. Da segnalare anche un Color Fest "Remake" dove alcuni autori ed artisti, tra cui Recchioni stesso, reinterpreteranno a modo loro le storie classiche di Tiziano Sclavi. E il primo accoppiamento e proprio quello che vede Roberto Recchioni e Gigi Cavenago alle prese con L'Alba dei Morti Viventi, primo albo in assoluto dell'Old Boy!

Cartoomics 2015 Conferenza Sergio Bonelli Editore

Si passa al question time, e qui le cose iniziano a farsi decisamente interessanti. Innanzitutto apprendiamo che è in lavorazione un crossover tra Dylan Dog e Dampyr, storia paventata (e annunciata) già da tempo, quindi ormai è cosa fatta. Interessante la domanda sul rapporto tra Dylan Dog, i suoi autori ed i social network: sentendosi chiamato in causa, Recchioni risponde dicendo che è sempre molto bello confrontarsi sui social per cercare di carpire i gusti e le opinioni dei lettori, ma loro hanno un ciclo di storie e di autori ben definito, e lui non se la sente di buttare all'aria mesi di preparazione solo perché un numero è piaciuto meno dell'altro. Le vendite sembrano inoltre dare ragione a Recchioni che, avendo i dati alla mano, conferma che la testata è stabile e che il tutto sembra piacere molto alla Sergio Bonelli Editore. Sempre nell'ottica del rinnovamento, scopriamo che in una delle prossime storie (scritta dall'autrice Barbara Baraldi con i disegni di Nicola Mari) vedremo un giovanissimo Dylan Dog che, infatuato del goth-rock stile Bauhaus, suonerà il basso in una band che suonerà proprio questo genere così particolare e ricercato! Che la passione per il clarinetto sia avvenuta solo successivamente?

Cartoomics 2015 Conferenza Sergio Bonelli Editore

Ma è sempre rinnovamento di Dylan Dog l'argomento principale del question time e, parlando di come Recchioni e gli autori concepiscano Groucho o lo stesso Dylan, il curatore della testata dice che il "ritorno agli inizi" è divertente fino a quando non ci si scontra con quello che era il personaggio nella mente di Tiziano Sclavi, ovvero un provocatore culturale che deve sorprendere il lettore albo dopo albo. Quindi si, lo splatter e le storie d'amore piccanti sono belle da scrivere e da disegnare, ma Recchioni ha in mente di riportare in auge quel Dylan che mancava ormai da tanto, troppo tempo! E dopo aver annunciato che il personaggio di John Ghost sarà importantissimo nella fase #3 del rinnovamento di Dylan Dog, Recchioni ci delizia con il ritorno di uno degli animali più amati della saga bonelliana: il gatto Cagliostro! Recchioni vorrebbe riportare Cagliosto nel nuovo universo narrativo di Dylan Dog, ma deve ancora capire come fare a far si che tutto possa essere architettato in maniera da non risultare come una specie di "forzatura". E ritornando a Groucho, beh...per Recchioni il personaggio è una specie di demone che Dylan non vuole esorcizzare, ma tutti gli autori bonelliani che si sono confrontati con la spalla dell'Old Boy hanno una visione tutta personale su di lui quindi, a questo punto, è normale pensare che Groucho sia un personaggio dalle tante, tantissime sfaccettature!

La conferenza è stata davvero interessante e spero che, partendo proprio dal Dylan Dog Magazine di questo mese, il rinnovamento operato da Recchioni possa iniziare a concretizzarsi in qualcosa di più "vivo" e "palpabile". Le avvisaglie lasciano pensare a qualcosa di davvero positivo, ma il mercato del fumetto non lo fanno né gli autori e né tantomeno gli editori...

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.