I Kill Giants, il fumetto di Joe Kelly e J.M. Ken Niimura diventerà presto un film

Si sta parlando spesso di adattamenti cinematografici presi direttamente dai nostri fumetti preferiti, ma mai avrei immaginato che qualcuno si interesse ad I Kill Giants di Joe Kelly e J.M. Ken Niimura!

Ed invece, con mia somma sorpresa (e soddisfazione), il produttore Chris Columbus e la Treehouse Pictures si son lasciati convincere dal regista Anders Walter (vincitore del Premio Oscar 2014 come Best Live Action Short Film) che, a quanto pare, ha creduto molto in I Kill Giants, fumetto edito nel 2008/2009 da Joe Kelly (autore) e J.M. Ken Niimura (disegnatore). Un fumetto, I Kill Giants, pubblicato in Italia dalla Bao Publishing che, tra le altre cose, ha fatto disegnare a Zerocalcare la variant cover dell'opera originale di Kelly e Niimura. Resta ancora da capire se il film sarà un adattamento "live-action" di I Kill Giants oppure una produzione animata, ma l'Oscar vinto nel 2014 da Walter mi lascia intuire che la pellicola potrebbe essere interpretata da attori in carne ed ossa. Se solo potessi "suggerire" ai produttori come trattare un'opera divertente e allo stesso tempo complessa come I Kill Giants, la mia prima osservazione sarebbe proprio quella di mischiare animazione e recitazione con attori veri, concentrando le parti animate solo su alcune scene del film. Ma perché sono così felice nell'apprendere che Walter si è dato così tanto da fare per richiedere (ed ottenere) un contratto per la realizzazione di una pellicola basata interamente su I Kill Giants?

I Kill Giants: un action-comics di formazione

I-Kill-Giants-Film-Cover

In molti hanno provato a fare dei fumetti d'azione che fossero in grado di lasciare nel lettore un messaggio importante, ma in pochi hanno provato a creare una storia che fosse in grado di racchiudere tanti elementi in un unico volume. Ma Joe Kelly non è sicuramente un fumettista normale e, trovato l'appoggio di un disegnatore capace come J.M. Ken Niimura, ha provato (riuscendoci) a raccontare una storia di dolore familiare arricchendola con elementi action/mistery che fossero in grado di sorprendere e divertire il lettore sin dalla prima pagina. Perché si, in I Kill Giants il vero protagonista è il dolore di Barbara Thorson, l'introversa ma allo stesso tempo simpaticissima ragazzina che "vede i giganti"! Personaggio particolarissimo e ben contestualizzato, Barbara è una nerd che ama i giochi di ruolo e il fantasy che, per sfuggire da una realtà che la spaventa a tal punto da farla diventare una delle tante vittime del bullismo scolastico, decide di costruirsi una storia dove lei è la protagonista della caccia ad un gigante che minaccia di distruggere la sua città. Ma questa creatura così grande e pericolosa vive solo nella testa di Barbara che, per accettare una situazione familiare carica d'angoscia e disperazione, ha dato forma al suo disagio creando un "gigante" che la ragazzina desidera sconfiggere con tutte le sue forze!

I Kill Giants è sicuramente un romanzo grafico di grande impatto perché, oltre alla componente "sentimentale" della storia, ci sono parecchi spunti che ci fanno pensare alla storia come una specie di percorso di formazione ad un dolore che ognuno di noi deve affrontare almeno una volta nella vita. Un dolore che Kelly è riuscito a far esprimere alla piccola Barbara dei concetti semplicissimi ma di grande effetto che, e lo spero con tutto il cuore, riescano ed essere visualizzati da Anders Walter con la stessa intensità del tratto di Ken Niimura.

E per capire al meglio cosa ne pensa Joe Kelly di I Kill Giants, vi propongo un'intervista all'autore realizzata dai ragazzi di Pulp Secret ben sei anni fa!

via | Comic Book Resources

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.