Robotech, la Sony Pictures ha acquistato i diritti della serie

Il mercato americano del fumetto e dell'animazione è sempre in movimento e le grandi aziende, che non vedono l'ora di lanciare nuovi prodotti sul mercato, sono ormai in perenne "campagna aquisti"!

Una delle più attive è la Sony Pictures che, dopo aver stretto un importantissimo accordo commerciale con la Marvel per la condivisione dei diritti cinematografici di Spider-man (accordo vantaggiosissimo per le casse dell'azienda giapponese), ha deciso di fare un piccolo investimento e di acquistare il franchise di Robotech, trittico di serie animate giapponesi che la Harmony Gold aveva aquistato dalla Tatsunoko e "rimaneggiato" nei lontani anni ottanta. Rilevati i diritti dalla Warner Bros in neanche un mese di trattative, i giapponesi della Sony Pictures hanno acquistato sia l'intero franchise che tutte le opzioni sul probabile reboot cinematografico della serie, progetto che i proprietari della DC Comics stavano seguendo in maniera abbastanza svogliata. A tal proposito, vale la pena ricordare che proprio la Warner Bros ha recentemente dichiarato d'aver affidato allo screenwriter Michael Gordon (autore degli script di 300 e G.I. Joe: The Rise of Cobra) il compito di realizzare una sceneggiatura soddisfacente per l'adattamento cinematografico della serie. Suppongo quindi che, avendo visto uno spiraglio per l'acquisto dei diritti di Robotech, la Sony Pictures si sia interessata sia alla serie in se che a questa produzione "incompiuta" della Warner Bros. Una Warner che si è quindi tolta dal groppone il peso della realizzazione di un film che stava richiedendo troppo tempo e che, con molta probabilità, sarebbe stato anche particolarmente "oneroso". Ma andiamo a ricordarci cos'è Robotech e a capire perché la Sony Pictures ha voluto acquistare i diritti di questa importantissima serie animata giapponese.

Robotech: insalata americana in salsa giapponese

Ogni volta che ripenso a Robotech, ricordo con orrore a quanto lavoro di "taglia e cuci" gli americani della Harmony Gold hanno effettuato per rimaneggiare, allungare e rendere coerente la storia di ben tre anime diversi...perché si, Robotech non è una serie americana, ma il risultato di una insalatona di Macross, Ch?jik? kidan Southern Cross e Kiko soseiki Mospeada, tre anime che la casa di produzione statunitense aveva acquistato dalla Tatsunoko negli anni ottanta! La cosa fu gestita interamente da Carl Macek che, per avere una serie TV che rispettasse gli standard americani (standard che prevedevano, e prevedono, produzioni che devono arrivare ad un minimo di 60/70 puntate), pensò bene di unire Macross, Ch?jik? kidan Southern Cross e Kiko soseiki Mospeada in un solo prodotto, intitolandolo appunto Robotech. La scelta è chiaramente discutibile perché, per effettuare un'operazione del genere, Macek si prese parecchie "licenze narrative" di dubbio gusto, ma alla fine agli americani Robotech piacque lo stesso e, in un modo o nell'altro, la serie risultava comunque abbastanza gradevole.

Ma perché la Sony Pictures ha deciso di mettere le mani su questo megaminestrone? Con i diritti di Robotech (e quindi delle tre serie animate della Tatsunoko), l'azienda giapponese potrà effettuare una "manovra a tenaglia" che racchiuda in se film (animati e non), serie TV e fumetti, tutti da licenzare e produrre insieme ai vari studios che si stavano già interessando alla cosa. Comportandosi come ha fatto in precedenza con la Marvel, la Sony Pictures ha l'opportunità di affidare la produzione di Robotech ad altre aziende, investendo solo una piccolissima parte del suo enorme capitale per guadagnarci su molto, molto di più!

E visto che l'occasione fa l'uomo ladro, pubblico qui la opening originale americana di Robotech, in attesa di sapere come la Sony Pictures deciderà di procedere con il franchise appena acquistato.

via | Spinoff Online

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: