Batman 66, in arrivo un film animato dedicato alla serie

Nonostante siano passati quasi cinquant'anni dalla serie televisiva dedicata a Batman, quei due pazzi scatenati di Adam West e Burt Ward sono ancora nel cuore dei telespettatori americani!

E la DC Comics (o meglio, la Warner Bros) sa bene che il grande pubblico americano adora Adam West e Burt Ward, rispettivamente il Batman e il Robin della serie TV degli anni sessanta e, dopo aver pubblicato un fumetto ispirato alle avventure televisive del Crociato Incappucciato, il colosso statunitense decide di osare ancora di più e di realizzare un film animato dedicato interamente al serial! A darne notizia non sono i vertici della DC Comics, ma gli stessi West e Ward che, intervistati durante il Mad Monster Party di Charlotte (NC), hanno rivelato agli spettatori che il film è in lavorazione e che loro saranno coinvolti nel progetto in qualità di doppiatori di Batman e Robin. Come potete vedere dal video, West e Ward sono ancora in formissima e, nonostante l'età, i due riescono ancora a far ridere con battutine e sketch che, e ne sono arcisicuro, saranno presenti anche nel film animato che gli attori hanno annunciato davanti agli occhi sgranati dell'intervistatore. Non nascondo che anch'io sono davvero felice di poter risentire le voci di West e Ward che, per chi come me ha vissuto negli anni ottanta (quando la serie andava ancora in onda sulle reti generaliste italiane), erano doppiate da professionisti di primissimo piano quali Rino Bolognesi (Batman/Bruce Wayne) e Rodolfo Bianchi (Robin/Dick Grayson). Da notare che il film uscirà proprio nel 2016, a cinquant'anni esatti dalla prima messa in onda del serial TV. Ma perché la Warner Bros sta ancora lavorando su produzioni di una serie così lontana nel tempo?

Il mito non muore mai...

Batman-66-Logo

I più maligni possono pensare che alla DC Comics/Warner Bros non sanno più cosa inventarsi se, a distanza di cinquant'anni dalla serie TV di Batman andata in onda sulla ABC (quando la Walt Disney Company non s'era ancora impossessata del colosso televisivo statunitense), manager e produttori cercano ancora di spremere un franchise ormai super-datato come quello in questione. Peccato che Batman 66 (così viene chiamata la storyline della serie TV) sia ancora molto amata dai lettori americani che, ancora oggi, acquistano i fumetti dedicati alla serie con un'insolta quanto viva passione. E vi dirò di più: scrutando la classifica dei cinquecento fumetti più venduti negli States a febbraio 2015, il numero #19 di Batman 66 si è piazziato al 146mo posto, superando prodotti famosissimi quali Batwoman, Constantine, Miracleman, Red Sonja, Adventure Time e Fables! Insomma, pur non essendo un campione di vendite, Batman 66 è comunque un fumetto che regge e, avendo due uscite mensili, le sue onestissime 30.000 copie circa le porta comunque a casa...il che non è affatto male, per una serie "collaterale"!

Quindi la Warner Bros fa benissimo a puntare ancora su Batman 66 anche perché, se al pubblico piace leggere ancora le storie dedicate alla serie di West e Ward, non capisco per quale motivo la multinazionale deve rinunciare all'opportunità di monetizzare un prodotto che praticamente non gli costa nulla. A questo punto, se dovessimo seguire i ragionamenti contorti dei detrattori di Batman 66, nemmeno la Marvel avrebbe dovuto riproporre il fumetto dedicato a Star Wars che, calendario alla mano, è approdato nelle sale cinematografiche americane e mondiali nel lontano nel 1977!

Io spero che West e Ward si divertano ancora a doppiare i personaggi che li hanno resi immortali agli occhi del grande pubblico americano che, per i due attori in questione, nutre un sentimento che sfocia quasi in venerazione!

via | Major Spoilers

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.