A Silent Voice, esce il manga in Italia per Star Comics

Esce il manga A Silent Voice in Italia per la Star Comics.

Il manga A Silent Voice ( titolo originale Koe no Katachi ) esce in Italia dal 7 di maggio, grazie alla casa editrice Star Comics, con queste caratteristiche: dimensione volumetto 11,5x17,5 cm, stampa in bianco e nero, 192 pagine con sovraccoperta, al costo di 4,90 euro. Opera originale di Ooima Yoshitoki, pubblicata sul magazine Bessatsu Shounen della casa editrice Kodansha dal 2013, in 7 volumetti, completo.

Parliamo di una tematica piuttosto importante e molto molto sentita in Giappone, ossia il bullismo: una voce silenziosa che accompagna il percorso scolastico di molti che non trovano mai il coraggio di dichiarare i soprusi subiti e sopportano inganni, botte, furtarelli o peggio per tutta la durata della loro permanenza a scuola.

Veniamo alla trama dell'opera nei dettagli:

A Silent Voice (2)

Nishimiya Sh?ko è una ragazzina iscritta alle scuole elementari non udente. Ha la sfortuna di essere bulleggiata dai compagni e in particolare da un ragazzino che ama molto mettersi alla prova, ovviamente prova negativissima. Tale ragazzo è Ishida Shouya: ben presto le cose per lui cambieranno. Quando la ragazzina lascia la scuola e tutte le colpe vengono a lui attribuite, sarà lui a trovarsi in una posizione scomda e sarà lui ad essere bulleggiato. Trascorrono poi gli anni e il giovane capisce che ciò che ha fatto in passato è stata una cosa orribile e desidera "redimersi". Quando si iscrive alle scuole superiori e incontra di nuovo la ragazza le cose devono quindi cambiare.

Opera originale di successo: ha infatti vinto il 19esimo Tezuka Osamu Cultural Award come nuovo artista. Come detto: il primo volumetto uscirà a partire dal 7 maggio.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.