Shockdom pubblica il fumetto 4 O’Clock di Fiore Manni

La Shockdom si prepara a dare il benvenuto a Fiore Manni, con il suo fumetto “4 O’Clock”.

Fiore Manni Shockdom


Shockdom da in benvenuto all’autrice di “4 O’ClockFiore Manni, che verrà presto pubblicata dalla famosa casa editrice italiana. Fiore Manni, nota semplicemente come Fiore, è un’autrice molto apprezzata dagli amanti di manga e cosplay, ed è anche una conduttrice televisiva di successo. Il suo esordio in casa Shockdom avviene con un fumetto, “4 O’Clock”, che si preannuncia molto interessante, un fumetto che ruota intorno alle vicende vissute da due gemelli, e da un terzo personaggio che riuscirà a turbare l’equilibrio nella vita dei nostri due protagonisti.

Ed in vista di questo suo debutto, la fumettista italiana non può che essere entusiasta per questa nuova avventura, che avrà ufficialmente inizio in occasione dell'attesissimo Lucca Comics and Games 2015.

Intanto, a dire la sua in merito al nuovo talento approdato in casa Shockdom ci ha pensato Lucio Staiano, fondatore della nota casa editrice, che ha sottolineato quanto questa autrice sia versatile, nonostante la sua giovane età.

4 O’Clock mi ha affascinato per le atmosfere molto vicine agli anime soap-opera di qualche decennio fa, come Candy Candy o Georgie.

spiega infatti Staiano

Ma Fiore, spero di averne l’occasione di dimostrarlo come editore, è capace di cambiare stile e passare allo shonen, senza cadere di qualità.

La giovane autrice italiana è da tempo apprezzata dagli appassionati del mondo del fumetto, in particolar modo per i suoi lavori che ricordano lo stile dei manga anni '70 e anni '80. Per il momento è tutto, per cui non ci rimane che attendere ulteriori aggiornamenti in merito alla new entry di casa Shockdom!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.