La trama di L'attacco dei giganti, manga horror di Hajime Isayama

Tutti pronti per la trama di L'attacco dei giganti aka Shingeki no Kyojin aka Attack on Titan di Hajime Isayama?

L'attacco dei giganti - Potevo forse non parlare del manga e anime che al momento adoro? L'attacco dei giganti (titolo originale giapponese: Shingeky no Kyojin; titolo inglese: Attack on Titan) nasce come un manga shonen di genere horror/action, scritto e disegnato da Hajime Isayama. Edito in Giappone dal 2009 sulla rivista Bessatsu Shonen di Kodansha, in Italia viene pubblicato da Planet Manga. Nonostante il particolare tratto del mangaka, L'attacco dei giganti ha ricevuto subito un grande successo, continuato poi anche nell'anime (nel 2011 ha vinto il Premio Kodansha). La prima stagione dell'anime è andata in onda in Giappone nel 2013, mentre in Italia arriverà su Rai 4 a settembre; la seconda stagione è prevista per il 2016. Ci sono poi due film collage (il primo già proiettato anche qui da noi in Italia) e l'atteso film live action.

L'attacco dei giganti: la trama, attenzione agli SPOILER


l'attacco dei giganti

Ovviamente non possiamo svelare tutta la trama di L'attacco dei giganti visto e considerato che Hajime Isayama deve ancora finire il manga. L'attacco dei giganti è ambientato in una specie di Medioevo alternativo: qui la razza umana è stata quasi distrutta dai Giganti. Si tratta di misteriose creature, non si sa da dove vengano: sono alte fra i 3 e i 15 metri, girano tutti nudi, non hanno organi genitali, ma hanno tutti un punto in comune. Attaccano e mangiano gli esseri umani.

I sopravvissuti a questa prima carneficina si rifugiano all'interno di enormi mura concentriche: le più esterne sono il Wall Maria; le intermedie sono il Wall Rose; quelle più interne sono il Wall Sina. Queste mura sono alte cinquanta metri per evitare che i Giganti possano entrare, il punto debole sono le porte che consentono agli umani di attraversarle. Onde evitare di dover difendere tutto questo lunghissimo perimetro, ecco che gli uomini vivono in città che sorgono attaccate alle muraglie: i Giganti vengono attirati lì e così le difese possono essere concentrate.

Per un secolo l'umanità è stata al sicuro dai Giganti. Come ulteriore difesa, sono nati tre ordini di protezione: il Corpo di Guarnigione (sono i soldati che difendono le mura e le città); il Corpo di Gendarmeria (mantengono l'ordine pubblico, servono direttamente il re e agiscono solamente al sicuro della prima cerchia di mura, quella interna); l'Armata Ricognitiva (sono i soldati che oltrepassano le mura per combattere i Giganti, esplorare e apprendere di più su di loro). I soldati possono combattere contro i Giganti usando l'Attrezzatura per il Movimento Tridimensionale: un serbatoio di gas permette di librarsi in aria attaccati a funi agganciate a mura, alberi o Giganti, in modo da poterli colpire con le apposite spade.

Questo è solo il preambolo. La vera storia inizia nell'anno 845 quando un Gigante alto 60 metri, mai visto prima, crea una breccia nel Wall Maria nella città di Shiganshina. Ovviamente così facendo i Giganti penetrano nella città e cominciano a divorare gli umani. A nulla valgono gli sforzi del Corpo di Guarnigione, rammollito dal fatto che i Giganti per cento anni non si sono visti e dell'Armata Ricognitiva. Un secondo Gigante corazzato demolisce ulteriormente le Mura e gli umani devono abbandonare la prima cerchia di mura. L'Armata Ricognitiva cerca di riconquistare il territorio perduto, ma fallisce. I due Giganti misteriosi scompaiono.

Fra i sopravvissuti a questa tragedia troviamo i tre protagonisti: Eren Jaeger, Mikasa Ackermann e Armin Arelet. Eren vede la madre uccisa da un Gigante e questo fa sì che giuri (a ripetizione, più volte) che ucciderà tutti i Giganti. Stessa sorta per la sorella adottiva Mikasa, la quale perde la famiglia per la seconda volta. Cinque anni dopo i tre decidono di entrare a far parte dell'esercito. Dopo aver superato la fase delle reclute, i tre scelgono di entrare a far parte dell'Armata Ricognitiva.

Mentre erano delle reclute, torna a farsi vivo il Gigante colossale: i Giganti entrano di nuovo in città, le reclute vengono decimate e Eren sembra venire divorato da un Gigante per salvare Armin. E qui arriva la sorpresa: una sorta di capacità latente di Eren gli permette di trasformarsi in un Gigante. Eren in versione Gigante ha come obiettivo quello di distruggere gli altri Giganti. L'Armata Ricognitiva e il Corpo di Guarnigione sfruttano la cosa per riparare la breccia nel muro, ma da questo momento in poi le cose si complicano.

Compare un Gigante femmina che cerca in tutti i modi di rapire Eren (questo Gigante femmina si scopre poi essere una delle reclute dello stesso corso di Eren, Mikasa e Armin); la corruzione del governo e del re e il loro menefreghismo nei confronti della popolazione arriva a livelli tali che qualcuno deve prendere provvedimenti (Erwin, il capo dell'Armata Ricognitiva); qualcuno in città conosce il segreto dei Giganti; c'è un'altra casata regnante che era stata spodestata in precedenza; compaiono altri umani capaci di trasformarsi in Giganti, di loro sappiamo chi sono e che vogliono Eren e le sue capacità, ma poco altro; facciamo la conoscenza con Levi Rivaille, il soldato più forte dell'umanità, nonché il più cinico e il più maniaco della pulizia (fedele a Erwin, attua con lui un piano per stabilire un nuovo governo nel tentativo di salvare l'umanità).

Ma i dubbi persistono: da dove arrivano i Giganti? Chi li ha creati? Cosa vogliono? Cosa si nasconde nella cantina di cui Eren possiede la chiave (datagli dal padre prima del primo avvento del Gigante colossale)?

Ecco qui il video della prima opening dell'anime di L'attacco dei giganti:

e la seconda opening:

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.