One Piece, spoiler capitolo 793

Finita la lunghissima saga dell'approdo "isolano" di Rufy e compagnia bella, Eiichiro Oda si trova a fare i conti con la trama vera e propria del suo lavoro...ed ora per i Mugiwara iniziano i guai!

One-Piece-Illustrazione-Eiichiro-Oda-Spoiler

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 792 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 793.

Riassunto e spoiler capitolo 792 (link)

Spoiler capitolo 793

L'Ammiraglio Fujitora, con un gesto che farà storia, si è inginocchiato ai piedi di Re Riku insieme a tutti i marines presenti a Dressrosa...ed il tutto si è svolto sotto gli "occhi" dei lumacofoni che stanno trasmettendo le immagini della devastazione causata da Doflamingo alle isole vicine! Re Riku chiede a Fujitora di alzare la testa, altrimenti tutto il mondo vedrà l'umiliazione a cui un uomo della Marina si sta sottoponendo davanti al sovrano di un regno praticamente distrutto. O forse, come pensa ad alta voce Re Riku, Fujitora si è inginocchiato perché non ha potuto fare nulla contro Doflamingo?

L'Ammiraglio Fujitora, senza alzare la testa davanti a Re Riku, risponde dicendo che è la verità l'unica cosa di cui hanno bisogno adesso perché, dopo aver lasciato ai Mugiwara le redini di un combattimento che lui non avrebbe potuto svolgere, ora si trova a dover arrestare un uomo della Flotta dei Sette...un uomo del Governo Modiale! Questa incongruenza sembra assurda agli occhi di Fujitora che, trovandosi davanti al vero regnante di Dressrosa, non riesce ad alzare la testa per poter parlare di "giustizia" proprio quando, e questo lo ha appurato di persona, Doflamingo ha messo in piedi un vero e proprio regime di terrore che poteva culminare con l'uccisione di tutti gli abitanti dell'isola. Fujitora conclude dicendo che è solo grazie ai soldati di Dressrosa, ai cittadini ed ai Mugiwara se le cose non sono degenerate, attribuendo a Rufy, Law e gli altri il merito di questa vittoria così sofferta...

Kyros porge il saluto militare ai piccoli uomini del Regno di Tontatta, ovvero i soldati che il gladiatore/ex-soldatino di latta ha scelto per formare la fazione "Anti-Doflamingo" ribattezzata "Armata Reale di Riku". Soddisfatto per il lavoro svolto dai suoi uomini, il capitano congeda le sue truppe dicendogli che è giunto il momento di riposare, suscitando in Leo e gli altri una reazione di viva e vera commozione...

Re Riku, ben sapendo che la Marina non può perdere il suo status davanti agli occhi del mondo, sussurra a Tank di portare soldati, gladiatori e pirati all'interno del Palazzo Reale, chiedendogli di raccogliere anche tutti quelli che non hanno un posto dove stare. La richiesta gentile di Re Riku viene subito accolta da Tank, che svolgerà per il suo sovrano questa nuova "missione".

Intanto, a Marijoa, il Grandammiraglio della Marina Sakazuki Akainu chiede ai Cinque Astri di Saggezza perché hanno diramato un falso comunicato sul ritiro della carica di membro della Flotta dei Sette di Doflamingo e, furioso come una bestia in gabbia, il marines urla alle massime cariche del Governo Mondiale che un comportamento del genere è assolutamente intollerabile. Paradossalmente, Akainu ha ragione: perché gli Astri continuano a manipolare il mondo in maniera così viscida e meschina? E perché, oltre ad aver fatto tutto alle sue spalle, gli Astri hanno coperto Doflamingo con tutti i mezzi a loro disposizione? Akainu non vuole più essere usato dagli Astri senza che questi non gli diano neanche una spiegazione anche perché, a detta del Grandammiraglio, quest'ordine è arrivato sicuramente dal loro "superiore" (anche se la cosa, detta nei modi di Akainu, sembra più una cosa sarcastica che una semplice constatazione). A detta degli Astri, avere Akainu e il suo onore al loro servizio non è abbastanza perché, a conti fatti, la Marina è solo una delle tante "facce" del Governo Mondiale, rivelando che l'intera faccenda è stata gestita dal CP (Cipher Pol). Akainu risponde dicendo che tutto questo è un po' troppo per delle "marionette dei Nobili Mondiali" come loro e gli Astri, irritati, dicono al Grandammiraglio di moderare subito i termini. Ma Akainu è un fiume in piena e, rivelato agli Astri che Kuzan è entrato a far parte della ciurma di Barbanera, il Grandammiraglio fa capire ai reggenti del Governo Mondiale che una persona dotata della forza dell'ex-ammiraglio è da considerarsi ora un nemico...un nemico con cui non si scherza affatto!

Mentre Akainu inveisce contro Kuzan, un uomo arriva trafelato all'interno della stanza, comunicando a gran voce che Doflamingo è stato battuto dall'alleanza pirata formata da Rufy "Cappello di Paglia" e Law e che Dressrosa, teatro degli scontri, è ormai quasi totalmente distrutta. Sia Akainu che gli Astri quasi stentano a credere a quello che hanno appena udito, ma l'uomo porta con se notizie che sono forse ben peggiori di quelle appena comunicate...

La notizia della caduta di Doflamingo e della distruzione di Dressrosa ha fatto presto il giro del mondo e, in tutte le zone di guerra del pianeta, i governanti che s'erano affidati allo Shichibukai per i rifornimenti d'armi non possono far altro che arrendersi. Ovviamente, essendo gli esecutori materiali della caduta di Doflamingo, Rufy e Law vengono immediatamente accusati d'essere la rovina degli affari di queste persone senza scrupoli, e scommetto che presto qualcuno di loro si muoverà contro i due pirati! La notizia arriva anche alle orecchie delle ex supernove, ed è qui che le cose si fanno interessanti: mentre Jewelry Bonney (impegnata a nascondersi da qualcuno) e Urouge (che sembra curarsi da alcune ferite riportate chissà dove) sembrano quasi disinteressati, gli altri commentano la notizia a modo loro, dandoci così ulteriori spunti di riflessione sulle prossime mosse della "Generazione Peggiore".

Partiamo da Capone "Gang" Bege che, appreso di come Rufy e Law hanno gestito il caso Doflamingo, sembra qui intenzionato a voler rapire Caesar Clown per poter produrre da solo lo Smile! La cosa sembra plausibile anche perché, visto il personaggio, entrare nel giro d'affari di Doflamingo non sarebbe affatto male per lui. Ben diversa la situazione al Quartier Generale dell'alleanza pirata formata da Basil Hawkins, Eustass Kidd e Scratchmen Apoo dove, constatato che le "prime linee" sono ormai belle che andate, i tre capiscono subito che la mossa di Rufy e Law puntava dritta dritta a Kaido, uno dei quattro Imperatori Pirata di One Piece. E sembra proprio che anche i tre vogliano mettersi contro un imperatore pirata che, a quanto apprendiamo oggi, sarà nientepopodimeno che...Shank "Il Rosso"! Ancor più interessante è la situazione capitata ad X Drake che, dopo aver rivelato ai suoi compagni che Doflamingo ha ucciso suo padre, si reca insieme al suo gruppo al cospetto di Kaido in persona per rivelare all'imperatore pirata che "Joker" ha fallito!

Intanto, in quel di Dressrosa, Issou/Fujitora deve affrontare l'ira funesta di Akainu che, contattato l'ammiraglio dal Lumacofono, chiede al suo sottoposto spiegazioni circa lo svolgersi degli eventi. Fujitora avrebbe voluto fare rapporto ad Akainu prima che la situazione degenerasse, ma sembra che l'ammiraglio non si fidi delle comunicazioni all'interno della Marina, ed ha preferito agire a modo suo per cercare una soluzione più adeguata al problema. Fujitora ripensa ad un discorso avuto con Smoker che, parlando di quanto avvenuto ad Alabasta con Crocodile, ricordava che solo grazie all'intervento di Rufy "Cappello di Paglia" e della sua ciurma si è potuto ristabilire l'ordine naturale delle cose. Il Governo Mondiale mentiva alla gente facendo finta che tutto quello che stava accadendo ad Alabasta fosse parte di un grande piano, e Smoker sapeva benissimo che un uomo della sua posizione non poteva fare proprio nulla per evitare il peggio. Si passa quindi al presente dove, sulla nave della Marina comandata da Smoker, vediamo il Marines intento a riprendersi dalle ferite che gli son state procurate su Punk Hazard. Smoker sembra quasi sollevato nel vedere che Fujitora è riuscito dove lui ha fallito e Tashigi, che si sta prendendo cura di lui, dice commossa che l'ammiraglio li ha "vendicati" del torto subito dai due ad Alabasta. Ne viene qui una scenetta dove Tashigi confonde le parole di Smoker (ovviamente parole sul "conforto") e, sentendosi in dovere verso il suo superiore, la ragazza si offre di preparargli muffin e caffè. Sentite queste parole, i bambini di Punk Hazard chiedono a Tashigi se c'è qualcosa anche per loro, e la ragazza dice d'avere caffè e muffin per tutti (anche se Smoker le vieta di dare il caffè ai bambini)! I bambini saranno presto portati da Vegapunk che, a quanto pare, si trova a soli due giorni di navigazione dalla loro posizione: ce la farà Tashigi a mantenere la parola data ai Mugiwara?

Il litigio tra Fujitora e Akainu continua e, quando il Grandammiraglio dice al suo sottoposto qualcosa in merito al riconoscimento del grado di "Eroe di Dressrosa", l'Ammiraglio dichiara di non volere questa nomina "infangata" dalla montagna di menzogne proferite dai suoi capi in merito alla vicenda. Akainu ne fa una questione di dignità e fiducia al corpo della Marina, ma Fujitora non vuole accettare qualcosa da qualcuno che ha dato a dei pirati il compito di mantenere la pace per conto del Governo Mondiale! I due arrivano ad urlarsi al telefono che la Marina ha ormai perso la faccia davanti al Governo Mondiale e alla popolazione, scatenando reazioni di paura da parte dei Marines presenti a Dressrosa. Concluso che Fujitora è troppo testardo per cedere, Akainu propone all'Ammiraglio di vedersela con lui di persona quando avrà finito ciò che ha iniziato: quando Fujitora avrà portato ad Akainu le teste di Rufy e Law, i due avranno modo di confrontarsi sulla questione una volta per tutte!

Fujitora non aspettava altro che quest'ordine...ma lo eseguirà? Staremo a vedere!

via | Mangahelpers

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.