One Piece, spoiler capitolo 796

Capitolo molto interessante questo 796 di One Piece che, pur essendo "di transizione", ha in se alcune situazioni che andranno sicuramente approfondite!

One-Piece-Illustrazione-Eiichiro-Oda-Spoiler

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 795 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 796.

Riassunto e spoiler capitolo 795 (link)

Spoiler capitolo 796

Tre giorni dopo la fine della battaglia di Dressrosa, Issho viene raggiunto dal Vice Ammiraglio "Grande Ufficiale" Tsuru e da Sengoku "Il Buddha", diventato nel frattempo Ispettore Generale. Decisamente invecchiato rispetto negli ultimi due anni (ma ancora in gran forma), Sengoku si dimostra molto più affabile e cortese del solito, nonostante barba e capelli bianchi donano al marine un'aria più "rispettabile". E se per Sengoku questa sembra quasi una visita di piacere, per Tsuru le cose sono ben diverse: la donna vuole sapere come mai Fujitora non ha ancora catturato Rufy e Law come ordinato dal Grandammiraglio Akainu che, a quanto pare, ha fatto sentire le sue ragioni anche alla donna e a Sengoku. Per tutta risposta, Issho mostra ai due un dado dicendo che la gente di Dressrosa considera i pirati come eroi e che, non sapendo se trattarli come amici o nemici, secondo Fujitora sarebbe sensato lasciarli andar via dal paese come tali. La visione del dado provoca in Sengoku delle grasse risate, ma per Issho le cose sono ben più serie perché, per ben tre giorni di fila, quel minuscolo dado ha segnato sempre un risultato favorevole ai pirati. A questo punto, visto l'impasse e la buona sorte dei pirati, Issho decide di dare il dado a Tsuru chiedendole di lanciarlo per lui, in modo da stabilire (dato che, almeno per il momento, anche il vice-ammiraglio e Sengoku si trovano nella sua giurisdizione) se oggi dovranno intervenire oppure no. Il dado non è truccato, quindi sta tutto nelle mani di Tsuru che, se pescherà un numero diverso dall'uno, costringerà Fujitora ad intervenire immediatamente...

Ma proprio mentre i Marines decidono sul da farsi, la Principessa Macherie del Regno di Tontatta si presenta davanti a Fujitora chiedendo, con estrema gentilezza, di aiutarla ancora una volta con "le donazioni". Alla vista di Macherie, Tsuru e le donne della Marina riconoscono nella piccola Principessa una grazia e una "carineria" senza pari, mandando il ciambellano di corte dei Tontatta su tutte le furie! Macherie conferma a Tsuru e agli altri di far parte del Regno di Tontatta e che, in via del tutto eccezionale, lei e il suo popolo si stanno prodigando per aiutare gli uomini feriti dopo lo scontro avvenuto con Doflamingo. Educata e cortese, Macherie spiega che i Tontatta si fanno vedere solo dalla Famiglia Reale e Tsuru, incuriosita, chiede come fa una piccola donna come lei ad aiutare così tante persone...

Caciarone come sempre, Gatz annuncia al popolo di Dressrosa che tra qualche ora il loro amato Re Riku tornerà a regnare sull'isola, provocando urla di gioia da parte della popolazione in festa. Re Riku si trova a Palazzo Reale insieme ad Elizabello che, dall'altopiano, vede come la gente è felice di riavere il vecchio regnante al proprio posto. Il regno di Doflamingo è ormai caduto e tutti, dai più ricchi ai più poveri, si sono impegnati per far si che Dressrosa tornasse ad essere un'isola libera e felice. Felice per come il suo popolo sia riuscito a sopravvivere ad una guerra del genere, Re Riku chiede a se stesso e ad Elizabello se riuscirà a tenere lontano dall'isola future disgrazie. Elizabello dice a Re Riku di non pensare a cose del genere e, aggiungendo che stava solo scherzando, aggiunge che si impegnerà al massimo per far felice la popolazione di Dressrosa. Tutto questo fino a quando Rebecca non sarà pronta a succedergli come legittima regnante dell'isola, anche se Elizabello ricorda all'amico che sua figlia Scarlet era sicuramente una delle donne più testarde del regno!

Rebecca viene preparata dalle dame di corte per l'incoronazione di Re Riku e, chiacchierando un po' con la principessa, una delle donne si lascia sfuggire che ha saputo la verità sul suo passato e su quanto accaduto a Scarlet. La donna dice a Rebecca che Scarlet era scappata via insieme a un principe di un altro regno, ma poi il Re venne a sapere della moglie di sua figlia e così la principessa è tornata a Dressrosa. La storia è ovviamente falsa e Rebecca lo sa bene, perché è stato proprio Kyros a chiedere a lei e a Re Riku di diffondere questa bugia! La cosa non sembra andar giù alla povera Rebecca mentre Viola, che si sta preparando nella stessa stanza della nipote, osserva la ragazza sorridendo...

La notizia delle false origini di Rebecca ha fatto presto il giro del paese, tant'è che sia Kinemon che l'amico Kanjuro sono alquanto preoccupati delle "strane voci" che circolano da qualche giorno a Dressrosa. Ma per i due è importante che la gente si stia dando da fare per ricostruire il paese e, vicino ad un centro medico, notiamo che i feriti vengono curati proprio grazie a una quantità considerevole di piccoli "bozzoli" creati da Macherie con i suoi poteri. Ma come fa la piccola Macherie a creare così tante "medicine"?

Torniamo al campo dei Marine dove, grazie alle donazioni di sangue ricevute dai soldati, Macherie riesce a produrre tutte le "medicine" necessarie alla popolazione di Dressrosa. Colpito dalla tenacia e dalla forza della principessa, Sengoku offre il braccio alla piccola donna dicendo che, con il suo sangue, Macherie sarà in grado di produrre medicamenti per ben 10 persone! Colpita dalla generosità di Sengoku, Macherie ringrazia il Marine che, inorgoglito, rincara la dose offrendo alla principessa il sangue necessario per curare venti persone!

Occupato a far altro, Rufy viene informato dai ragazzi delle false origini di Rebecca inventate da Kyros per toglierla dagli impicci e, mentre sta mangiando, il capitano dei Mugiwara riesce a mischiare la rabbia per la bugia, la preoccupazione per i membri dispersi della sua ciurma, la fame e il sonno! Zoro urla al suo capitano di scegliere di fare una cosa alla volta e, quando si rivolge verso Kyros per chiedere spiegazioni, Rufy sprofonda in un sonno quasi narcolettico. Ripresosi immediatamente, Rufy viene a sapere da Kyros che la bugia serve per il bene di Rebecca, anche perché gli unici a sapere la verità sulla ragazza sono la Famiglia Reale e la Famiglia Donquijote. Rufy si oppone, ma Kyros ha già inviato a Rebecca una lettera dove spiega i motivi del suo gesto, compreso quello di nascondere al mondo il fatto che lui sia il suo vero padre. E anche se Rebecca potrebbe odiarlo, questa scelta è stata compiuta da Kyros per assicurare alla sua bambina un futuro migliore, e anche Re Riku è stato dello stesso parere dell'ex-gladiatore. Solo Rufy si oppone a questa scelta, e lo fa notare con una smorfia che Zoro e Usopp riconoscono ormai molto bene!

Bartolomeo entra di gran carriera nella casetta di Kyros e, dopo essere stato "abbagliato" dalla luce dei cinque Mugiwara, il pirata dice ai presenti che Tsuru e Sengoku sono arrivati a dar man forte a Issho. Il nome di Sengoku non è nuovo ne a Law e ne tantomeno agli altri e, ben consci che le cose si potrebbero mettere subito male, i ragazzi sono pronti ad attuare un piano di fuga istantaneo!

Tirato il dado, Issho nota che è uscito il numero sei quindi, come promesso, l'ammiraglio da ordine ai suoi uomini di cercare Rufy e Law per tutta Dressrosa. Gli uomini fanno notare a Issho che non hanno il permesso di entrare nel Palazzo Reale, ma Issho si assume tutte le responsabilità del caso: Law, Rufy e i Mugiwara devono essere catturati oggi, costi quel che costi!

In costante comunicazione con Leo, Kyros avvisa i ragazzi che la Marina si sta dirigendo proprio a casa sua e, preoccupato come sempre, Usopp si lascia andare alla solita scenata isterica. Kinemon e Kanjuro dicono ad Usopp di non preoccuparsi e di seguire il piano, rinviato da giorni solo per attendere che Rufy si riprendesse del tutto dal combattimento contro Doflamingo. L'unica cosa che serve ai ragazzi è una nave, ma sembra che questo sia l'ultimo dei problemi: Kyros avverte Leo di seguire le istruzioni alla lettera anche se, come possiamo vedere dalle immagini, la Marina si sta presentando in grande stile tra le strade di Dressrosa! Ce la faranno i nostri eroi a scappare?

Leo e gli altri sono già in posizione e, aiutati da Cavendish e dagli altri gladiatori di Colosseo Arena, Rufy e gli altri devono solo seguire Bartolomeo verso il Porto Orientale. A detta di Bartolomeo, una nave li sta aspettando proprio al Porto Orientale, quindi basta attenersi al piano che hanno elaborato in questi giorni e procedere a perdifiato verso la libertà! Ricevuti i ringraziamenti di Franky, Bartolomeo guida Rufy e gli altri verso il Porto Orientale usando le sue barriere come scudi, anche perché la Marina è riuscita ad arrivare a casa di Kyros in men che non si dica! Il tutto mentre Law e Rufy chiedono a Bellamy se ce la fa a scappare e questo, deluso per non esser stato ucciso dai due (il capitano dei Mugiwara ha messo una buona parola su di lui), dice che non si farà mai catturare dalla Marina.

Tutti scappano via dalla casa di Kyros, tranne uno: Rufy! Il capitano dei Mugiwara dice agli altri di precederlo, perché lui ha ancora qualcosa da fare a Dressrosa...

Grazie ai poteri di Viola, Rebecca viene a sapere che Rufy e gli altri stanno scappando dalla Marina. La ragazza è molto preoccupata, anche perché non ha ancora avuto modo di ringraziare personalmente l'amico. Il tutto mentre Issho decide di scendere personalmente sul campo di battaglia per "testare" la fortuna di Rufy!

via | Mangahelpers

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.