One Piece, spoiler capitolo 801

Capitolo abbastanza singolare questo 801 di One Piece dove, oltre a mettere la parola fine ad alcune questioni, Eiichiro Oda apre degli scenari davvero molto, molto strani!

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 800 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 801.

Riassunto e spoiler capitolo 800 (link)

Spoiler capitolo 801

One-Piece-Illustrazione-Eiichiro-Oda-Spoiler

Due uomini misteriosi si aggirano nel Palazzo Reale di Dressrosa alla ricerca di documenti relativi alle armi prodotte da Doflamingo e misteriosamente scomparse dal Porto Orientale. Stando alle comunicazioni di questi tizi, anche la Marina stava cercando le armi scomparse che, a quanto pare, dovevano essere molte e molto pericolose. I tizi pensano che sia stata l'Armata Rivoluzionaria a far sparire le armi e, senza alcuna prova di quanto realmente accaduto, i due non possono far altro che ripiegare...o almeno, è quello che sembra!

Oda ci descrive un po' quel che è successo a Dressrosa dopo la caduta del regime dittatoriale di Doflamingo: Re Riku si è insediato senza troppi problemi, la principessa Viola ha ballato per il suo popolo e finalmente, dopo dieci anni di soprusi, l'isola sta godendo i suoi primi giorni di pace e serenità. E come primo atto di buona fede, Re Riku presenta ai suoi sudditi la famiglia reale del Regno di Tontatta, dando così il via a una collaborazione tra i due popoli che sembra intrecciarsi molto bene con il tessuto sociale dell'isola. Come se non bastasse, Re Riku viene informato dell'imminente Reveire, quindi da qui a poco i regnanti di tutto il mondo si incontreranno per far quadrato intorno ai problemi del pianeta. Anche Rebecca sembra aver ritrovato la sua serenità e, accompagnata da Macherie, la ragazza va a fare la spesa al mercato come tutte le donne di Dressrosa. Una Dressorosa che, grazie ai piccoli uomini del Regno di Tontatta, sta per vivere una nuova stagione di prosperità. Certo, se Leo e gli altri si concentrassero a ricostruire le abitazioni distrutte invece che celebrare i Mugiwara con delle statue commemorative, il tutto si svolgerebbe in maniera più rapida...ma i Tontatta sono fatti così!

A bordo di una nave della Marina scopriamo che Fujitora, accompagnato da Sengoku, ha deciso di non presentarsi al Quartier Generale della Marina fino a quando non avrà con se le teste di Rufy e di Law, proprio come promesso ad Akainu nella famosa telefonata svoltasi dopo la battaglia finale di Dressrosa. Sengoku pensa che delle semplici scuse ad Akainu siano più che sufficienti per appianare le divergenze tra i due, ma Fujitora dimostra di essere un uomo orgoglioso e testardo, tanto da decidere di non tornare al Quartier Generale senza aver dimostrato d'avere anche lui "del fegato". Nella stiva della nave scopriamo che Tsuru sta montando di guardia a un super-ammanettato Doflamingo che, ripensando a Fujitora, dice alla donna che se solo l'ammiraglio avesse collaborato con lui, a quest'ora sia Law che Rufy sarebbero soltanto un brutto ricordo e nulla più. Doflamingo si lamenta del fatto che aveva riunito a se parecchi "mostri" che alla fine hanno solo morso la mano che li nutriva, e giura di farla pagare ad ognuno di loro. Stanca di sentire le lamentele di Doflamingo, Tsuru ammonisce il prigioniero dicendogli che i suoi "se" non cambieranno il corso degli eventi: Doflamingo ha perso, ed è ora che se ne faccia una ragione! Ridacchiandosela come al solito, Doflamingo dice a Tsuru che è davvero una persona con cui "non si può parlare" e, incuriosita dal comportamento dell'ex Shichibukai, la donna gli chiede come ne sarà dei pirati ora che lui è stato sconfitto...

Doflamingo chiede a Tsuru il permesso di riformulare la domanda: cosa succederà ai mostri che, persa la fonte di sostentamento primaria (le armi di Doflamingo), sono finalmente "liberi"? Ci sarà qualcuno in grado di controllarli? Doflamingo è un fiume in piena e, ipotizzando qualcosa di ben più grosso, il prigioniero dice chiede a Tsuru se saranno gli Imperatori Pirata, qualcuno della Flotta dei Sette, qualche moccioso della "Generazione Peggiore", la Marina o l'Armata Rivoluzionaria a dettar legge nei mari. Doflamingo si chiede anche se la "Famiglia della D." farà finalmente la sua comparsa e quali saranno le prime forze a scontrarsi, senza dimenticare i vari tradimenti che si susseguiranno una volta che tutte queste pedine faranno la loro mossa. Gli scenari ipotizzati da Doflamingo non lasciano presagire nulla di buono e, divertito come non mai, l'ex Shichibukai dice a Tsuru di andare ad avvisare i nobili di Marijoa per informarli che presto dovranno scendere dai loro piedistalli una volta per tutte!

Ormai in preda ai suoi deliri, Doflamingo ricorda a Tsuru che Barbabianca non è salito al trono lasciato vacante da Gol D. Roger, inchinandosi davanti all'impresa compiuta dal pirata 25 anni fa (l'attraversamento della Grand Line). Quel trono è vacante da allora e adesso, con una variazione notevole del numero dei pirati, la guerra per il seggio da "Re dei Pirati" è ormai aperta! Doflamingo ipotizza che ci sarà presto una guerra per il posto da "Re dei Pirati" e, visto che sa d'esser destinato a Impel Down, chiede a Tsuru di non fargli mancare mai i quotidiani che, in un posto del genere, saranno sicuramente la sua unica fonte di intrattenimento. Intanto, poco lontano dalla nave che ospita Doflamingo, un pirata avvista l'imbarcazione notando che, per un semplice scorta, la Marina ha utilizzato una flotta di quattro mezzi...ovvero, un numero abbastanza sufficiente per radere al suolo un'intera nazione! L'uomo si rivolge ad un certo Capitano Jack che, a quanto pare, aveva intenzione di recuperare "il Joker" dalle grinfie della Marina. Il marinaio pensa che per il momento sia meglio ripiegare, ma il Capitano Jack non vuole sentire ragioni: loro salveranno Doflamingo, costi quel che costi!

Rufy e gli altri si trovano sulla nave dei "Barto Club", una piccola imbarcazione che ha come polena una statua di Rufy e che tenta, in maniera abbastanza goffa, di copiare la mitica Going Merry! La nave si chiama "Going Rufy-san" (ovviamente), e nonostante le critiche di Usopp, Bartolomeo sembra apprezzare molto il fatto che la sua imbarcazione sia molto più "Rufyeggiante" rispetto alla vera Going Merry! Posata la Vivre Card che ha scambiato con Rufy in una teca appositamente dedicata, Bartolomeo presenta il capitano dei Mugiwara alla sua ciurma. Come potete ben immaginare, la ciurma di Bartolomeo è "fan" di Rufy tanto quanto il capitano, quindi tutti sembrano "abbagliati" dalla luce emessa dal giovane pirata (con sommo dispiacere di Usopp, che credeva di avere a che fare con persone "normali"). Rufy scopre che anche Sabo gli ha dato una Vivre Card mentre noi, dai ricordi del ragazzo, vediamo che l'importantissimo foglietto è stato scambiato dal capitano dei Mugiwara anche con Bellamy che, pur non essendo un suo subordinato, ha deciso di prendere anche lui un pezzettino. Ovviamente, con la nuova alleanza, tutti i membri dell'alleanza dei sette pirati hanno una Vivre-Card, quindi ora tutti saranno in contatto tra loro.

E mentre Rufy ricorda ancora la festa per la vittoria su Doflamingo, Law chiede a Doflamingo di andare a Zou per ritrovare Nami e gli altri che, come ricorda Franky, deve aver avuto il suo bel daffare dopo l'incontro con l'enorme imbarcazione di Big Mom. Zoro nota che le loro taglie sono aumentate e Rufy, felice della notizia, chiede di sapere a quanti berry ammonta la sua taglia. Bartolomeo si offre di far vedere a Rufy le nuove taglie, che il capitano dei "Barto-club" ha incorniciato insieme agli autografi dei Mugiwara. Prima di andare nella camera di Bartolomeo, il pirata dice a Law che ha buttato la sua taglia ma che, se gli interessa, questa ammonta a 500 milioni di berry (anche se la cosa, come avete capito, non sembra interessare molto al pirata-chirurgo). Arrivati nella camera di Bartolomeo, i ragazzi scoprono che le taglie sono aumentate di molto e ovviamente, come sempre, quella di Rufy è la più alta di tutte: ben 500 milioni di berry! Anche la taglia di Usopp è aumentata tantissimo (200 milioni di berry) ed il pirata, in un misto tra felicità e paura, si lamenta del fatto che hanno utilizzato una sua foto "sofferente" proprio quando è diventato così famoso. Le foto e le taglie dei Mugiwara sono state tutte aggiornate (splendida quella di Franky-Cyborg, l'unico dei più forti rimasto sotto i 100 milioni di berry), ma quando arrivano alla taglia di Sanji, i ragazzi scoprono che il cuoco è l'unico ad essere ricercato solo "vivo". Perché qualcuno non vuole che "Gamba Nera" muoia? Cosa ha combinato il buon Sanji?

via | Mangahelpers

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.