Lucca Comics e Games 2015, intervista a Vincenzo Zerov Salvo creatore dei De Complottis

Comicsblog ha intervistato a Lucca Comics & Games 2015 Vincenzo Zerov Salvo, l'autore dei De Complottis.

vincenzo-zerov-salvo.jpg

Lucca Comics & Games 2015 - Pubblichiamo una nuova intervista in esclusiva raccolta durante il Lucca Comics & Games 2015: dopo aver incontrato James O'Barr, Roberto Recchioni, Emiliano Mammucari e Leo Ortolani, Marcello Durante ha intervistato il fumettista Vincenzo Zerov Salvo.

Parlaci di una novità editoriale che presenti a Lucca.

VZS: Per me Lucca, quest’anno, è stato un evento particolarmente importante: per la prima volta vi ho messo piede da autore che presenta la sua prima pubblicazione. Il fumetto in questione, edito da Comma 22, parla di quelle persone che sui social per qualche problema non ancora chiaro, confondo la realtà con la finzione. I cosiddetti “complottisti”, supereroi da tastiera il cui unico potere è la dietrologia, ed è così che nasce Edmondo il capo della famiglia De Complottis che passa le giornate sui social condividendo le peggio notizie su scie chimiche, alieni, rettiliani, massoneria, messaggi subliminali, nazi-vegan, leggende sul Molise (sappiamo tutti che il Molise non esiste), pericolosità dei vaccini e gnomi con l’ascia avvistati dagli spettatori di Italia Uno. Scambiandole per cose vere e allarmando la famiglia.

Gli altri componenti sono Alfredino, unico figlio dei coniugi De Complottis e dotato di senso logico e razionale , Tesla, la moglie che in passato era una Suicide Girl (hai capito Edmondo? eheh), il gatto Tigro che in realtà non è propriamente un gatto…ma questo lo scoprirete leggendo le strisce e dei personaggi che appaiono di tanto in tanto come Carmelo il barista affezionato sostenitore dei vigili urbani, in quanto unica clientela che riempie ogni giorno il suo bar, Manu ovvero la compagna di classe di Alfredino nonché vicina di casa (rettiliana secondo Edmondo) e il nonno De Complottis.

Non ci hai ancora rivelato il titolo della tua opera...

Il titolo del mio fumetto, qualora non si fosse capito è De Complottis: ci voglio crederci. Per qualsiasi informazione potete visitare la pagina Facebook (www.facebook.com/decomplottis) e lasciare anche un feedback sia che il fumetto vi sia piaciuto sia che abbiate esclamato “Grande Nibiru, questo fumetto fa cacare!”.

Vorrei infine aggiungere che la prefazione al libro è di Massimo Polidoro (segretario del CICAP) e che la variant cover con un rettiliano fighissimo è di Emenuela Lupacchino fumettista e cover artist per DC e Marvel.

Consiglia ai nostri lettori uno sceneggiatore e un disegnatore internazionale che ti fanno impazzire.

VZS: Non posso fare a meno di citare Tito Faraci, personalmente studio sui suoi testi e sui suoi fumetti, a tal proposito (se posso) consiglierei il libro “Tito Faraci per scrivere fumetti”, utilissimo per capire certi meccanismi narrativi e come funzionano le cose. Come disegnatori, uhm uhm, mumble mumble ce ne sono tanti, anche in Italia e che lavorano per l’estero
come ad esempio le grandissime Emanuela Lupacchino e Mirka Andolfo due artiste in ascesa che stanno facendo grandi cose e che vi invito a “googlare” (si scrive così?aspetta che googlo su google…).

Cosa ne pensi dei rapporti sempre più aperti tra autori e lettori sui social network? Possono diventare un'arma a doppio taglio? Raccontaci la tua esperienza…

VZS: Il social network è l' invenzione perfetta creata nel pianeta sbagliato, chiaramente è una battuta. Non voglio cadere nel baratro del “una volta….ai miei tempi…quando c’era lui…” e devo dire che approcciandomi da poco nel rapporto tra autore e fan, follower, lettore, devo dire che trovo la cosa molto comoda, si possono avere feedback immediati, insulti immediati e correzioni puntigliosissime e assistere a delle discussioni di carattere scientifico sulla vera utilità dell’uovo di gallina (questo è un privilegio che non tutti possono avere).

Mi piace il fatto che delle volte, tra me e chi mi commenta si crea quell’atmosfera di compagni di classe durante l’ora di supplenza, dove ignorando il/la supplente di turno ci si riuniva in gruppo a parlare delle cose più assurde ed era piacevolissimo. L’arma a doppio taglio è solo la conseguenza di ciò che fai e proponi ai lettori, è chiaro che non si possono accontentare tutti ma il sano confronto non ha mai fatto male a nessuno, per tutto il resto c’è il pulsantino blocca.

Cinema e fumetti. Quale è il film che ti ha conquistato e quale sconsiglieresti?

VZS: Sicuramente il primo Avenger, vedere tanti supereroi tutti insieme è un’esperienza che si sogna fin da piccoli. Devo ancora vedere il secondo, si lo so… sono un indegno.

Rivelaci un dettaglio di un tuo progetto imminente.

VZS: Il titolo comincia per D.

12193680_1641860549425639_4187188156613929444_n.jpg

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.