One Piece: in arrivo uno speciale anime televisivo a dicembre

In arrivo uno special anime invernale per One Piece incentrato sui Foxy Pirates.

one piece

One Piece - Il sito web ufficiale del franchise di One Piece ha annunciato che il 19 dicembre arriverà uno speciale anime televisivo dedicato a One Piece intitolato One Piece - Adventure of Nevlandia. Questo speciale ha una particolarità: è il primo speciale invernale della serie. Lo speciale avrà una storia del tutto inedita che sarà ambientata su un'isola nebbiosa nel New World, un'isola che blocca i Frutti del Diavolo e che quindi crea problemi a chi ne ha le capacità. Inoltre pare che l'equipaggio incontrerà nuovamente i Foxy Pirates, quelli già visti nell'arco narrativo di Davy Back Fight. Foxy adesso ha tre nuovi subordinati: Dōjack, Kanshō e Kōmei, quest'ultimo membro di una famiglia di geni tattici.

A dirigere questo speciale invernale ci sarà Kounosuke Uda (già visto in azione in One Piece episodes 1-278, One Piece: Dead End, One Piece: Mega Mecha Soldier of Karakuri Castle). One Piece - Adventure of Nevlandia andrà in onda il 19 dicembre in Giappone dalle ore 21.00 alle ore 23.10 su Fuji TV.

One Piece- Adventure of Nevlandia: altri dettagli sulla trama

Komei studia un piano dove Zoro e Sanji devono prendere parte a una gara di cucina: i due finiscono per mangiare un fungo per niente commestibile che li trasforma in buoni a nulla. I due vengono così rinchiusi nelle celle di una prigione. Quando il resto della ciurna di Cappello di Paglia si mette sulle tracce dei due compagni imprigionati, ecco che finiscono sull'isola di Nevlandia la quale genera una misteriosa nebbia creata dall'acqua di mare. L'arrivo su Nevlandia fa tutto parte, però, del piano di Komei.

Via | AnimeNewsNetwork

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.