Giappone, arrestati tre scanlator di One Piece

In un'operazione senza precedenti in Giappone, tre uomini sono stati arrestati dalla polizia nipponica per aver scannerizzato e distribuito copie illegali dei capitoli di One Piece!

One-Piece-Eiichiro-Oda-Illustration

Come riportato da Anime News Network, la polizia giapponese ha arrestato tre uomini di nazionalità cinese che, grazie alla complicità di un giapponese, scannerizzavano e caricavano i capitoli di One Piece su Mangapanda, uno dei portali più grandi ed importanti che si occupano di manga e affini. L'arresto segna un piccolo caso giudiziario in Giappone perché, a parte qualche sporadico tentativo di fermare l'esportazione di materiale protetto da copyright, questa è la prima volta che sono fioccate le manette per degli scanlator.

L'accusa per i tre è, come avete capito, violazione del diritto di copyright, una cosa che gli imputati avrebbero potuto evitare se si fossero fermati a semplici spoiler scritti o comunque a pubblicazione di dettagli e immagini senza vignette. Ma difficilmente i lettori avrebbero digerito dei semplici spoiler senza scans e probabilmente, avendo un ritorno economico dalla cosa, i tre sono stati giustamente arrestati per l'illecito commesso.

Dopo un periodo di pausa, la guerra agli scanlator riprende. Chi vincerà?

via | Anime News Network

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.