Adam Wild chiude, i motivi dietro la cancellazione della testata di Gianfranco Manfredi

La legge del mercato non perdona nessuno, Gianfranco Manfredi compreso: non avendo centrato alcuni obiettivi della Sergio Bonelli Editore, Adam Wild chiuderà con il numero #26. Analizziamo i motivi di questa decisione...

adam-wild-sergio-bonelli-editore.jpg

Adam Wild, presentato dalla Sergio Bonelli Editore insieme ad Orfani: Ringo durante il Lucca Comics & Games 2014, chiude definitivamente i battenti dopo poco più di un anno di pubblicazioni. La notizia è stata diramata da Gianfranco Manfredi su Facebook dove, come potete leggere, l'autore lascia alcuni importanti spunti di riflessione sul perché di questa cancellazione e sullo stato dell'editoria a fumetti italiana.

ADAMContinuo a ricevere messaggi su Adam Wild, di cui vi ringrazio. Devo un chiarimento in sintesi: 1. Si concluderà...

Posted by Gianfranco Manfredi on Domenica 22 novembre 2015

Detto "papale papale": Adam Wild non vende. Nonostante il fumetto sia curato e ben fatto, il pubblico a cui si rivolge sembra non apprezzarlo e, vendendo meno di 20.000 copie al mese, la SBE ha deciso di toglierlo dal mercato. Ma in cosa hanno sbagliato Manfredi e la SBE? Io penso che sia tutta una questione di scelta del target: i lettori che acquistano fumetti in edicola conoscono bene i prodotti d'avventura e, invece di "testare" prodotti nuovi come Adam Wild, hanno preferito rimanere ancorati alla tradizione, quindi a Tex e Zagor.

La colpa è dei lettori? Assolutamente no, perché il lettore è quello che paga per vedere "lo show". E forse, seppur con tutte le buone intenzioni, questo non è il momento di Adam Wild.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

4 commenti Aggiorna
Ordina: