Anteprima esclusiva di Bugs, la raccolta di racconti edita da Edizioni BD

Bugs Edizioni BD

Durante la Fiera del libro di Torino, Edizioni BD presenterà la raccolta di racconti intitolata BUGS curata da Tito Faraci e che vede tra gli autori Roberto Recchioni, Diego Cajelli, Sandrone Dazieri, Alan D. Altieri e molti altri.

Edizioni BD ci ha allungato un'anteprima esclusiva del volume, per la precisione l'incipit del racconto di Diego Cajelli che trovate dopo il continua. Buona lettura!

Paola tossì due volte e si svegliò.
Aprì gli occhi per un istante. Ma una luce intensa, proveniente dall’alto, la costrinse a richiuderli quasi subito. Era intontita, si stava svegliando da un sonno molto pesante.
Mentre la sua coscienza emergeva dall’abisso in cui era sprofondata, al cervello di Paola arrivarono una serie di informazioni.
Brutte notizie. Piccoli tasselli percettivi che si incastravano perfettamente in un puzzle mentale, formando via via un disegno orribile.
Questo è un brutto risveglio, Paola.
La prima brutta notizia che la sua mente in fase di accensione le stava comunicando, era la certezza di essere sdraiata su qualcosa di duro. Non un letto, non un materasso e nemmeno una brandina. Sentiva il suo ventre appoggiare contro qualcosa di spigoloso. Sassi. Ghiaia, forse.
Poteva percepire ogni singolo sassolino, dal più piccolo al più grande, che premevano contro la sua pelle. Sentiva granelli di sabbia che le solleticavano la coscia destra, e i polpastrelli che accarezzavano una superficie friabile. Una piccola pietra appuntita, in modo ostinato, le pizzicava un seno. Aveva freddo.
Quindi: si stava svegliando con molta difficoltà e non si trovava nel suo letto.
Era sdraiata per terra, probabilmente all’aperto e, ultimo dato in ordine di tempo, era anche completamente nuda.
Questo è il più brutto risveglio che tu abbia mai avuto, Paola.
Spalancò gli occhi. Un fulmine di adrenalina la fece scattare in piedi.
Si alzò come se il terreno all’improvviso scottasse. A causa del movimento repentino i suoi piedi scivolarono sulla ghiaia, lasciando sul terreno due piste di terra smossa.
Paola si tirò su, inspirando forte l’aria tra i denti.
Era nuda.
Era in un bosco.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: