John Doe è bisessuale, spunta la confessione di Roberto Recchioni

Roberto Recchioni ha svelato che il suo John Doe è bisessuale. Questo aspetto sarà chiarito nella nuova edizione targata Bao Publishing?

John Doe

Roberto Recchioni è tornato a parlare su Facebook di John Doe, soffermandosi questa volta sulla sessualità del personaggio. L'artista, che ha creato John Doe con la collaborazione di Lorenzo Bartoli, ha chiarito che John Doe è bisessuale.

Infatti, ha dichiarato di essere ancora dispiaciuto per non aver mai potuto mostrare una scena di sesso tra John e Leonida, prima della trasformazione di quest'ultimo in donna. Ha aggiunto che lui e Bartoli hanno cercato di farlo capire in tutti i modi ai lettori, anche contro la volontà dell'editore che non lo permetteva (la serie era stampata da Eura Editoriale).

Per questo hanno disseminato indizi ovunque, presentando addosso a Leonida svariati simboli LGBT, sin dalla sua prima apparizione. Possiamo dire che nella mente dei suoi creatori John Doe è sempre stato bisessuale e per "suggerirlo" hanno trasformato Leonida in una donna, così da farli andare a letto insieme.

Chissà se nei dialoghi della nuova edizione targata Bao Publishing tutto ciò verrà reso palese! Roberto, in un commento allo status, ha fatto intendere che potrebbe modificare una storia scritta da lui, proprio per aggiungere questo aspetto, che riteniamo ormai fondamentale per dare un senso di completezza all'opera intera. Le storie di Bartoli, invece, saranno sempre limate pochissimo, giusto per togliere qualche refuso.

Vi invitiamo a seguire tutta la discussione direttamente nello status Facebook del fumettista (oggi curatore di Dylan Dog per la Sergio Bonelli Editore). Inoltre, vi ricordiamo che il 28 aprile 2016 Bao Publishing pubblicherà il primo volume di John Doe, con all'interno i primi quattro storici episodi, completamente rimasterizzati, più un director's commentary (curata dallo stesso Recchioni). Questo prodotto conterrà 416 pagine e costerà venti euro.

Stavo rileggendo le ciano del volume di JD della Bao.Ancora mi dispiace di non aver mai potuto mostrare una scena di sesso tra John e Leonida.Prima della trasformazione, intendo.

Pubblicato da Roberto Recchioni su Venerdì 18 marzo 2016

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.