W.i.t.c.h. Omnibus n.2 è stato pubblicato da Panini Comics

Panini Comics ha pubblicato in fumetteria il volume W.i.t.c.h. Omnibus n.2. Ecco cosa contiene...

witch-omnibus-2-panini.jpg

Ci ritroviamo a celebrare, ancora una volta, il fenomeno editoriale W.i.t.c.h., grazie a Panini Comics che ha appena iniziato la distribuzione in fumetteria e libreria del volume gigante W.i.t.c.h. Omnibus n.2.

La casa editrice sta festeggiando così i quindici anni dalla prima pubblicazione della serie dedicata alle ragazze di Heatherfield!(avvenuta nell’aprile 2001). Con questo nuovo Omnibus si completa la raccolta della primissima saga.

Il W.i.t.c.h. Omnibus n.2 è stato stampato nel formato 18,3x27,7, cartonato con sovraccoperta, da 384 pagine a colori e viene venduto al prezzo di copertina di € 35.00.

La trama: ci troviamo in una cittadina apparentemente normale, dove cinque studentesse scoprono all'improvviso di avere poteri magici e stupefacenti, connessi agli elementi. Così, grazie all'amuleto noto come Cuore di Kandrakar, Will, Irma, Taranee, Cornelia e Hay Lin difendono le W.I.T.C.H., assumendo il compito di difendere il confine tra le dimensioni. Riusciranno a proteggere il pianeta dagli attacchi della zona oscura del Metamondo?

Curiosità varie su W.i.t.c.h.

Il titolo di questa serie a fumetti prende forma dalle iniziali dei nomi delle protagoniste (cinque adolescenti umane di 13-14 anni). Le ragazze sono dotate di poteri magici e per questo gli autori hanno voluto ideare un titolo che richiamasse la magia: "Witch" in inglese significa proprio "strega".

Dopo l'arrivo di Francesco Artibani nel team artistico il progetto perse una delle protagoniste "Disney" principali. Infatti, nella stesura provvisoria di W.i.t.c.h. era prevista la presenza di Paperina.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.