Biennale del Fumetto nell’arte 2016, le date, gli eventi e gli ospiti da non perdere

Avrà inizio oggi la Biennale del Fumetto nell’arte 2016, un evento dedicato alla Nona Arte che durerà fino alla fine di Luglio. Ecco tutti i dettagli da sapere.

Biennale del Fumetto nell’arte 2016

Oggi aprirà i battenti la Biennale del Fumetto nell’arte 2016, un evento che vede protagonista il mondo del fumetto, celebrato come vera e propria forma d’arte. La Biennale, che sarà ospitata presso l’Atahotel Expo Fiera di Milano (Via Keplero, 12 – Pero - MI), sarà aperta tutti i giorni gratuitamente, dalle 10.00 alle 18.00, e durerà fino al 31 Luglio 2016. Ma scopriamo di cosa si tratta per l’esattezza! Come abbiamo detto, la Biennale del Fumetto nell’arte 2016 è un evento che intende celebrare il mondo delle Nuvole Parlanti come vera e propria forma di arte contemporanea.

Ad organizzare questo evento sono le principali scuole di fumetto, le associazioni e gli editori che hanno segnato la storia del fumetto nel nostro Paese.

Quello a cui potrete prendere parte darà un evento ricco di mostre tematiche, grazie alle quali potrete ammirare le doti creative di artisti, fumettisti, illustratori, digital artist e quant’altro. In questa occasione, non mancheranno mostre e workshop dedicate ad alcuni dei più grandi protagonisti del mondo del fumetto, fra le quali segnaliamo la mostra “Da Diabolik a DK”, che intende ripercorrere, con tavole originali e riproduzioni a colori, il lungo percorso del personaggio, dal suo esordio fino ai nostri giorni.

Fra i nomi che prenderanno parte all’evento segnaliamo Davide Scianca, Mauro Molle, Bruno Tosi, Emanuele Barison, Enzo Troiano, Fabio Boccalon e Fabiano Ambu. Per maggiori informazioni e dettagli in merito a mostre, conferenze, workshop ed eventi in programma, vi invitiamo a visitare la pagina Facebook della Biennale Del Fumetto nell'Arte! Non vi rimane che partecipare in tanti!

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.