San Diego Comic-con 2016: Robert Kirkman e Charlie Adlard parlano di The Walking Dead

Al San Diego Comic-con 2016 Robert Kirkman e Charlie Adlard parlano di The Walking Dead. E Kirkman rivela chi di sicuro non è stato ucciso da Negan nella serie televisiva.

San Diego Comic-con 2016 - Al San Diego Comic-con 2016, si è tenuto il panel relativo a The Walking Dead con la partecipazione del suo creatore Robert Kirkman, del disegnatore Charlie Adlard e del direttore editoriale di Skybound Sean Mackiewicz. A moderare il tutto c'era Jason Mantzoukas, attore di The League. Roberto Kirkman ha subito cominciato col botto dichiarando che alcuni personaggi vengono introdotti con un arco narrativo molto chiaro, ma altre volte mentre scrive un volume si rende conto che magari quel numero è noioso ed ecco che in quel caso ucciderà un personaggio inaspettato. Un po' come succede con The Whisperers (I Sussurratori) che richiede anni di sviluppo. Kirkman ha poi ammesso di avere annotazioni su Negan che risalgono a tre, quattro anni prima del numero #100, anche se a volte cambiano i nomi o i dettagli delle situazioni. E poi ha ribadito che "Sarebbe stato bello se la gente avesse indossato pelli di zombie".

Robert Kirkman ci parla dell'arco narrativo The Whisperers

A proposito di The Whisperers, Kirkman e il moderatore hanno poi discusso sugli aspetti pratici di indossare pelli di zombie. Mantzoukas scherzando si chiedeva come fare se si ha la pelle di qualcuno che è più grande di te, cosa che aiuterebbe a far crescere il settore dei "sarti della pelle". Il tutto mentre Kirkman invitava un bambino piangente sul palco, salvo poi restituirlo al padre.

Kirkman ha poi sottolineato che se Adlard cominciasse a disegnare immagini di nudi, tutti i personaggi sarebbero senza vestiti per tutto il tempo, creando problemi agli zombie: ci sarebbe troppo da mordere, avrebbero troppe opzioni. Mantzoukas ha poi fatto notare come i Whisperers indossino lo strato di pelle e poi i vestiti sopra cosa che ha portato Kirkman a scusarsi con gli attori che avrebbero dovuto interpretarli durante le riprese in Georgia. Ha poi aggiunto un'enigmatica frase: "Dimenticate questi numeri con i Whisperers, li sto tirando via".

La leadership di Rick e il successo di Negan

Si passa poi a parlare inevitabilmente della guida di Rick, Kirkman ha ribadito che per lui è importante che Rick non sia mai visto come una guida esperta. Per esempio sceglierà di seguire il consiglio di Negan se lo troverà utile, se sentirà che questo è il modo migliore per proteggere la sua gente. Definisce Rick "un mostro" per tutto il percorso compiuto dal personaggio durante questo viaggio.

Adlard allora ha poi sottolineato che la stessa cosa valesse per Negan, leggendo la sua storia passata si può simpatizzare con lui. Kirkman ha ricordato che questa storia verrà raccontata quattro pagine alla volta su Image+ e che verrà successivamente raccolta in un volume quando sarà finita. Mantzoukas ha poi fatto un'osservazione interessante: se avesse dovuto scrivere un libro incentrato su Negan che incontra Rick Grimes, il cattivo della serie sarebbe potuto essere proprio Rick.

Il duro lavoro di Adlard

Adlard ha poi continuato il panel parlando del momento in cui deve disegnare dei nuovi personaggi, magari pensa che siano personaggi minori, del tipo personaggi usa e getta, ma alla fine qualcuno di essi è diventato importante e ricorrente nella storia. Mantzoukas ha poi fatto vedere una presentazione di disegni di Adlard dove si vedevano bene tutte le rughe e le grinze cutanee che disegna sulle teste dei personaggi. Scherzando Adlard ha detto che questo suo stile riflette la realtà e che chi non le disegna non sta facendo un buon lavoro.

Arrivano le domande dei fan

E' poi il turno delle domande dei fan. La prima è stata a dir poco scontata: chi è che viene ucciso da Negan nella serie televisiva? I relatori del panel hanno sottolineato che questo era il panel relativo al fumetto e non alla serie televisiva, tuttavia Kirkman ha fatto uno spoiler. Nella serie televisiva Negan non uccide...

Spoiler su chi non viene ucciso da Negan nella serie televisiva

Rick. Il che vuol dire che nel toto-morto ci sono: Carl, Michonne, Eugene, Maggie, Sasha, Daryl, Arron, Rosita, Abraham e Glenn.

Kirkman ha poi spiegato che il nome originale di Negan doveva essere Negas perché voleva qualcosa che suonasse negativo. Ma poi si è ricordato che l'alto comandante dei Ferengi in Star Trek - Deep Space 9 era il Grand Nagus ed è da qui che è nato il nome di Negan. Un lettore chiede poi se il gruppo di Rick prenderà in prestito il sistema dei Sussurratori di indossare pelli e Kirkman ha risposto con un sibillino "Ci sei quasi". Poi Kirkman ha spiegato che alcuni dei momenti migliori arrivano quando dà a Charlie lo spazio per giocare e Adlard ha ribattuto che a volte non sa cosa succeda e si trova a voltare le pagine dicendo "Oh, oh...!". Ma Kirkman ha anche spiegato che è questo che funziona nella loro collaborazione ovvero un Adlard entusiasta per qualcosa che potrebbe accadere fra due anni.

Adlard ha poi commentato che a lui piace leggere la storia come un fan piuttosto che sapere con mesi di anticipo cosa stia per accadere. Robert Kirkman ha poi ammesso di sapere esattamente come la storia sarebbe finita, ma nel corso del tempo il finale è cambiato. C'era una versione che avrebbe fatto finire il tutto non appena il gruppo fosse arrivato ad Alexandria.

Un fan chiede poi a Kirkman se provi dispiacere per i personaggi che ha ucciso e Kirkman confessa che gli sarebbe piaciuto scrivere più storie su Tyreese e che avrebbe voluto scrivere ancora su di lui nella serie televisiva. Ma comunque sia non ha rimpianti. Kirkman ha poi ammesso di aver scritto la morte di Abraham proprio mentre scriveva quel volume. In origine sia Abraham che Eugene sarebbero dovuti sopravvivere, ma poi lo scrittore ha pensato che fosse una cavolata.

Adlard ha poi dichiarato che l'unica scena con cui si sia mai trovato a disagio era Michonne che torturava il Governatore. Ha dovuto telefonare a Kirkman per chiedergli se dovesse veramente disegnare quella scena. E Kirkman rispose con un lapidario "Sì".

Fine del panel dedicato al fumetto di The Walking Dead.

Via | CBR - CBR

Foto | Screenshot dalla pagina Facebook di SaldaPress

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.