I manga di Yu Gi Oh, quali sono e dove acquistarli

I manga di Yu GI Oh sono difficili da trovare?

yu-gi-oh.jpg

Il manga YU-GI-OH! è ideato da Kazuki Takahashi: noi conosciamo bene anche le cinque serie televisive di animazione, trasmesse in Italia dal 2003. Non è nemmeno infrequente vedere persone che giocano con il gioco di carte collezionabili del franchise. Facciamo anche una brevissima premessa riguardo la trama della vicenda.

La storia inizia in un modo ma procede in un altro: il protagonista è Yugi Muto, ragazzino che viene spesso bulleggiato. Un giorno, preoccupato per non avere i soldi per pagare i bulletti, riceve una sorta di illuminazione e ricompone un antico puzzle evocando un faraone egizio. Tale faraone si manifesta a volte tramite il giovane Yugi rendendolo più sicuro di sè. Il manga fino a qui non rappresenta niente di eclatante, ma inizia a ricevere un notevole riscontro di pubblico quando in gioco entrano delle carte "magiche", infatti i "mostri" rappresentati su ogni card a suo tempo esistevano realmente. Questi mostri sono stati sigillati in tavole da un antico faraone che ha rinchiuso nel gioco anche la sua anima.

Mano a mano che il manga procede, viene rappresentata e spiegata a dovere tutta la storia, ovviamente tra un combattimento di carte e un altro. I volumi del manga in Italia sono stati pubblicati dalla Planet Manga e in totale sono 44 (l'ultimo è uscito a luglio 2011). Sul sito di vendita on line della Panini il manga è esaurito, ma naturalmente i numeri sono ancora in qualche modo reperibili.

Se siete abili di ricerche on line, riuscirete sicuramente a trovare vecchi numeri (spesso usati da persone che hanno letto una sola volta la serie) e che ora la rivendono. Non da meno sono da sottovalutare ovviamente i negozi di fumetti, in cui è possibile ci sia ancora qualche arretrato tra gli usati e in buone condizioni, oltre a fiere dei fumetti, in cui si trova molto spesso di tutto, chiaramente accanto alle novità. Ammetto che andare a ricreare la serie completa potrebbe non essere facilissimo. Vi ricordo che la stampa è stata di fatto molto travagliata poichè fino all'uscita della prima serie di animazione, in sostanza l'opera non era affatto conosciuta. Successive pause e irregolarità di pubblicazione non hanno aiutato.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.