Dragon Ball, i doppiatori italiani e quelli giapponesi a confronto

I doppiatori di Dragon Ball a confronto.

dragon-ball.jpg

Facciamo una semplicissima premessa: il doppiaggio, per quanto ottimo, non sarà mai mai mai mai rispondente all'originale. Banale? Sicuramente scontato quando si tratta di lingua giapponese poichè ha moltissimi intercalare, moltissime particelle che sono difficili da tradurre ma che vengono spesso usate dai Nipponici. Qualche esempio? Ikimashou! Che possiamo tradurre con Andiamo! Ma che in realtà è più coinvolgente prendendo puramente la lingua giapponese, questo -shou finale è infatti una particella che denota "entusiasmo" nel fare una cosa. Forse avete spesso sentito Ganbarimashou! Ossia facciamo del nostro meglio! Oltre a questo ci sono svariati intercalare del parlato, come eto (particella sospensiva che si dice quando si pensa, ad esempio), il sou desuka (davvero?) e molto altro che non rende perfettamente l'idea in italiano. Aggiungiamo i vari registri di parlato che esistono in Giapponese: la forma piana, cortese, onorifica etc etc. Le traduzioni in Italiano però in generale funzionano e così il doppiaggio: un esempio su tutti riguarda Vegeta che, quando ha dei veri e propri deliri di onnipotenza, si definisce "Ore-sama", tradotto come "io, il gradissimo Vegeta" etc etc. Detto questo il doppiaggio di Dragon Ball non ha mai ricevuto grosse lamentele da parte dei fans, se non forse quando viene sostituito un doppiatore e "non ci si ritrova più" con la stessa voce del personaggio. Questo è accaduto per l'animazione? Ebbene sì!

Vediamo chi sono i voice actors originali e i doppiatori italiani, oltre a, nel tempo, chi è cambiato (vedi appunto Dragon ball Z). La primissima serie tv ha debuttato in Italia nel 1989. I doppiatori nipponici sono: voce narrante- Joji Yanami (in italiano Renato Montanari), Goku ancora bambino- Masako Nozawa (che farà anche Goku da adulto), mentre in italiano il doppiatore è Massimo Corizza, Bulma- Hiromi Tsuru (in italiano Beatrice Margiotti), Yamcha ha voce di Toru Furuya (in italiano Massimo Corizza), infine il Genio delle Tratarughe ha voce di Kohei Miyauchi (in italiano Renato Montanari).

Le cose cambiano con Dragon Ball Z, trasmesso in Italia con il titolo di What's My Destiny Dragon Ball in cui i doppiatori sono cambiati. I professionisti scelti sono sempre di grande livello, tuttavia è cosa legata ai fans affezionarsi ad un personaggio con quella deteriminata voce. All'inizio, per quanto bravo sia il doppiatore, è sempre un po' un colpo il cambiamento. La voce narrante è ora di Mario Sacarabelli, Goku ancora bambino è di Patrizia Scianca, mentre l'adulto è del compianto Paolo Torrisi, Bulma è di Emanuela Pacotto. Tra parentesi, i doppiatori Giapponesi sono invece sempre gli stessi.

Vi ricordo in arrivo Dragon Ball Super, in cui resta Masako Nozawa a dare voce a Goku, inoltre tutti i personaggi principali hanno le loro voci storiche (a parte ovviamente i voice actors che son venuti a mancare), in Italia la voce di Goku sarà di Claudio Moneta.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.