Uomo Tigre, tutti i segreti della nuova serie

E' già iniziata la nuova serie dell'Uomo Tigre.

tiger-mask-w.jpg

Il primo di ottobre ha debuttato Tiger Mask W, nuova serie dell'Uomo Tigre. Naturalmente l'animazione è basata sul famoso manga di Ikki Kajiwara e Naoki Tsuji (ricordiamo le due serie precedenti: Uomo Tigre del 1969 in 105 episodi-in Italia dal 1982, Uomo Tigre II del 1981 in 33 episodi- in Italia dal 1982).

La serie è partita con premesse sul serio interessanti: alcuni personaggi sono basati su wrestler reali, come Kazuchika Okada, Hiroshi Tanahashi o Togi Makabe. Altrettanto interessante è la trama, dove la definizione di chi è il buono e di chi sono i cattivi è immediata: il protagonista è Naoto Azuma mentre il co-protagonista è Takuma Fujii. I due lottano per una sigla indipendente fino a che non vengono "assorbiti" dalla federazione GWM che è dalla parte della Tana delle Tigri. La palestra dei giovani viene letteralmente distrutta e il padre di Takuma viene ferito. Il giovane promette vendetta ma, mentre Azuma veste i panni del nuovo Uomo Tigre, Takuma decide di distruggere la Tana delle Tigri dall'interno, diventando Tiger the Dark.

L'animazione è della Toei Animation (che festeggia i 60 anni di attività) che, a quanto pare, non se la cava affatto male: i disegni sono piuttosto basilari ma gli incontri e le mosse di wrestling sono ben fatti. Sicuramente la serie di animazione può interessare i nostalgici, aggiungendo che la direzione delle scene d'azione è in mano a Junichi Hayama (Ken il Guerriero). Vedremo un totale di 39 episodi: largo alla strada dei ricordi di gioventù!

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.