I ricordi sepolti, Dylan Dog n°249 - Le recensioni

Una splendida ragazza mora che ha paura della nuda terra. Una casa dove si materializzano fantasmi, o forse ricordi del passato, figure oniriche che dialogano con i protagonisti della storia. E come spesso succede a Dylan ed ai suoi clienti, un passato che deve riemergere.

Sono questi gli ingredienti dell’ultimo albo di Dylan Dog, “I ricordi sepolti”, in edicola dal 29 maggio. La storia, scritta da Luigi Mignacco e disegnata da un leggermente meno contrastato Corrado Roi, gioca come già capitato in passato non tanto sull’apparizione in scena di mostri o killer psicopatici bensì sulla psicologia del protagonista della storia, la cui mente deve liberarsi, come suggerisce i titolo stesso, da ricordi antichi e sepolti nella memoria. Poco splatter, inquietante e molto mentale, dunque, “I ricordi sepolti” merita sicuramente l’acquisto e la lettura. Poi fatemi sapere.

Il voto? In un’ipotetica scala da 1 a 9 (il 10 non si da mai, ehehe) direi: 7 e mezzo. Buono il finale, non chiuso in fretta e sconclusionato come capita ogni tanto per le storie dell’indagatore dell’incubo.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

3 commenti Aggiorna
Ordina: