Nelle biblioteche di Forlì è arrivato il fumetto. Nelle altre?

La cooperativa sociale Gulliver ha in mano la gestione delle biblioteche decentrate del Comune di Forlì.

Per avvicinare le nuove generazioni ai testi scritti ha lanciato numerose iniziative culturali all'interno delle biblioteche. Ed è così che è stata presa in considerazione la Nona Arte, che è diventata il punto focale dell'evento "Nuvole parlanti a Forlì". Un'iniziativa lodevole che andrebbe ripetuta annualmente in ogni singola città. Le istituzioni dovrebbero promuovere i fumetti su ampia scala, incentivando l'unica forma d'arte che oggi ha la forza di catturare i giovani, di farli appassionare a disegno, sceneggiatura, colorazione ecc... L'arte in questo periodo storico così critico rischia di essere trascurata, invece le nuove generazioni premiano il fumetto per il suo essere diretto, spontaneo, coinvolgente, sintetico ed incisivo.

Forlì si è svegliata e ha colto l'importanza di trascinare nelle biblioteche la Nona Arte, offrendo un esempio chiaro a tutte le città italiane. Prima di tutto è stata allestita la mostra Sergio Bonelli, l'autore e l'editore (durata fino al 30 settembre 2012). Per poter osservare tutti i pezzi rari legati alla mostra il pubblico è stato invitato a recarsi presso la Biblioteca Bertozzi (via Dragoni, 52 - Forlì) dove è stato dato spazio all'eroe per eccellenza nell'evento "Il mio nome è Tex"; presso la Biblioteca P.P. Harris (viale Spazzoli 13/a) è stata messa in luce la "Passione bonelliana"; presso la biblioteca Alberti (via Tevere 92 - Forlì) è arrivato addirittura un personaggio per veri intenditori grazie all'evento "Ken Parker, 35 anni di cavalcate";"Zagor, volando da una liana all'altra" è il tema affrontato presso la Biblioteca Magica (viale dell'Appennino 496/B - Forlì), mentre presso la biblioteca Naura Rerum (p.le Foro Boario, 9 - Forlì) si è pensato a sconfiggere ogni genere di incubo grazie a "Dylan Dog, 26 anni di paura".

Tanto basta per iniziare. Qualcuno seguirà il buono esempio?

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.