Animal Man n.1 - Recensione breve

animal man

Animal Man non può essere un fumetto normale!

La nuova incarnazione firmata Jeff Lemire è una delle sorprese più affascinanti del reboot targato Dc Comics. Lion ha racchiuso i primi sei episodi in un unico volume che si lascia divorare offrendo sensazioni contrastanti, ma tutte positive. Lemire ha scelto l'orrore pure e il misticismo per rilanciare le avventure di Buddy Baker e della sua famiglia. Lo sceneggiatore, concentrandosi in particolare sulle esigenze del nucleo familiare, sfrutta a fatica il fattore supereroistico per raccontare una storia non adatta ai deboli di cuore. Le scene disgustose sono molteplici e spesso vengono trattate con ironia, come se si stesse approcciando ad una favola moderna dove al posto della classica strega ci sono spiriti malvagi legati a concetti mistici superiori. Buddy appare come ospite della testata, come un soggetto che disperatamente cerca di rubare la scena e partecipare alla grande guerra dove è coinvolta la figlioletta Maxine, che si rivela la vera superstar! Non abbiate paura degli scheletri vaganti di animali putrefatti, poiché il pericolo si nasconde in un posto indecifrabile, dove si nascondono i veri Animal Men! Travel Foreman, Jeff Huet e John Paul Leon partecipano bene a questo gioco macabro, offrendo una visione contorta e surreale del tutto.

Scheda:

Dark N.1
ANIMAL MAN N.1
di Jeff Lemire, Travel Foreman, Jeff Huet, John Paul Leon
(Contiene Animal Man 1-6)
9788866912453
16,8x25,6, B, 144 pp, col.
€ 12,95

Da Jeff Lemire (Sweet Tooth) arrivano le avventure di Buddy Baker alias Animal Man, diviso tra la sua vita di super-eroe e la famiglia. Le cose iniziano a precipitare quando Maxine, sua figlia, incomincia a manifestare i propri super-poteri. In fondo lei non voleva fare niente di male, voleva solo un cucciolo tutto suo. Vivo... possibilmente.

Voto: 4,5 su 5

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.