Scuole di fumetto, si aprono a Taranto i corsi di Grafite

Fa sempre piacere sapere che giovani imprenditori, appassionati di fumetto e associazioni culturali si diano da fare per il futuro del mondo fumettistico italiano. E, proprio domani, verrà presentato il primo corso di fumetti organizzato da Studio il Tratto.it, associazione tarantina dell'architetto Gian Marco de Francisco che, già dal 2007, promuoveva corsi di formazione di design e progettazione.

Tanti i nomi e le associazioni coinvolte per il progetto Grafite (questo il nome della scuola): si va dalla vincitrice del Premio Zingarelli Ilaria Ferramosca a Luca Malerba della scuola di fumetto leccese Lupiae Comix (che, tra le altre cose, vanta un'esperienza decennale nel mondo della formazione fumettistica) a autori/disegnatori del calibro di Sebastiano Vilella e Dante Spada, artisti che sicuramente conoscete per i loro lavori. La proposta è sicuramente valide e domani, come sopracitato, tutti gli attori coinvolti in questo bel progetto spiegheranno le finalità della scuola con un evento molto importante...

Alla presenza della Consigliera di Parità Barbara Gambillara e dell'associazione Libera di don Luigi Ciotti (qui rappresentata da Annamaria Bonifazi), Grafite - Scuola di Grafica e Fumetto presenterà il graphic novel Nostra madre Renata Fonte (scritto e ideato proprio da Ilaria
Ferramosca e Gian Marco De Francisco ed edito dalla Edizioni 001), trattato a fumetti sulla terribile vicenda di mafia che insanguinò Lecce nella primavera del 1984.

Una duplice occasione, quindi: se da un lato abbiamo la presentazione di un'opera forte e dal grande significato sociale, dall'altra abbiamo la possibilità di conoscere una nuova scuola di fumetto che, nelle intenzioni e nei mezzi messi a disposizione dai promotori, sarà sicuramente in grado di offrire tutto quello che avrà da promettere!

via | Studio Il Tratto.Com / Grafite Fumetto

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.