Suki-tte Ii na yo - Animazioni autunnali 2012 prima impressione

Se Tachibana Mei non vuole chiamare il ragazzo più bello e popolare della scuola, caso mai, posso pensarci io! Battute a parte, Suki-tte Ii na yo è esattamente il mio genere di animazione. Ispirata al manga shoujo (ben fatto) di Kanae Hazuki, uscito nel 2008, giunto al nono volumetto e in corso. Ricordo che conosciamo il manga anche in Italia, grazie alla GP Publishing.

La protagonista è, appunto, Mei: la fanciulla è molto carina ma molto molto sola. Ha pessimi ricordi fin da bambina: non riesce a relazionarsi con nessuno poichè viene costantemente derisa e bulleggiata.

Eccola quindi arrivare a ben 16 anni senza mai aver avuto un fidanzato e senza amici. Un giorno, per puro caso, un paio di incidenti la avvicinano a Yamato Kurosawa, il ragazzo più bello e popolare della scuola. Naturalmente non sarà facile iniziare ad aprirsi al mondo, nè sarà semplice fidarsi delle persone.

E' scontato per me affermare che questa è l'animazione più bella della stagione: ma io sono amante degli shoujo (ben fatti) quindi evidentemente non faccio testo. So però distinguere quando una vicenda è coinvolgente e piacevole da seguire. Mi piace Mei: non è la tipica ragazzina che si innamora a prima vista di qualcuno, è un "osso duro" e non è fragile e svenevole.

Il protagonista maschile è perfetto, anche se il fatto che venga colpito dall'unica ragazza della scuola che non gli fa il filo è un tantinello scontato. Simpatici i personaggi secondari: il migliore amico di Yamato, un maniaco fatto e finito ma molto tenero e dolce quando si innamora sul serio di una fanciulla, Asami Oikawa una ragazza parecchio "dotata" con il complesso del seno grosso, innamorata persa di Yamato.

Non vedo l'ora di vedere la serie al completo: da seguire.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.