Enrique Breccia incontra la stampa a Lucca Comics & Games 2012

lucca comics 2012

Lucca Comics and Games 2012 - Comicsblog è a caccia di news, interviste, foto e tanto altro. Seguite la diretta dal 1 al 4 novembre e cliccate qui per non perdere tutti i nostri aggiornamenti. Enrique Breccia, premio Gran Guinigi come "Maestro del Fumetto" ha incontrato la stampa per parlare della sua vita e della sua carriera. Enrique è uno dei maggiori esponenti del fumetto argentino, tra i dieci migliori autori internazionali. A Lucca Comics è stata allestita una sua mostra personale presso Palazzo Ducale. L'autore ha dichiarato di aver visto la mostra e di essere soddisfatto dall'organizzazione, soprattutto per le modalità scelte per l'esposizione delle sue opere (c'è anche una sala dedicata alle opere pittoriche). Considera la pittura un percorso diverso da quello da fumettista, un qualcosa di privato, poiché il fumetto ha un pubblico specifico, mentre la pittura è l'espressione della sua personalità.

Breccia sta lavorando per Tex. Dovrà consegnare le sue tavole entro il 2014. Ha ammesso di aver desiderato sempre di lavorare per questo personaggio ed ha avuto la fortuna di ricevere un incarico direttamente da Sergio Bonelli. Per questo ci sta lavorando con grande passione e senza alcuna passione. Ha, inoltre, un ritorno molto emotivo per Bonelli, scomparso poco tempo dopo la loro cena e lo apprezza anche per quella sua grande passione per la storia dell'Argentina e addirittura l'editore gli chiese di procurare della bibliografia sulla storia argentina. Enrique Breccia ha lavorato anche per Dylan Dog, ma lo ha accettato perché si considera un professionista, pur non amando particolarmente il genere, poiché preferisce lavorare su spazi aperti.

Oggi il maestro vive a Roma. Prima di salutare la stampa ha ammesso di avere ritmi di lavoro quasi impossibili, "non esistono le muse ispiratrici". Per questo lavora tutti i giorni per nove ore, inclusi sabato e domenica.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.